Ecco chi sono i writers del sottopasso del maxi parcheggio!

1' di lettura 20/05/2019 - Nelle scorse settimane, gli alunni della Secondaria di primo grado “Caio Giulio Cesare”, come veri writers, hanno realizzato la parte centrale di un murales, nel sottopasso del maxi parcheggio di Osimo.

Il progetto, lanciato dal Comune ai tre Istituti scolastici, ha motivato ed entusiasmato i ragazzi che durante alcuni i pomeriggi, guidati dalle insegnanti di arte, hanno sviluppato tre soggetti diversi, affrontando ognuno una propria tematica.

Lo stimolo per la realizzazione del progetto è stato la mostra su Banksy che, da maggio a luglio, è esposta al Palazzo Campana, sede dell’omonimo Istituto per l’Istruzione Permanente, particolarmente apprezzato non soltanto per la sua storia, ma anche per le iniziative culturali che vengono ogni anno proposte.

La “Caio Giulio Cesare” ha portato avanti il progetto secondo lo stile e la tecnica dello Street Artist inglese: a scuola sono stati realizzati diversi stencil, poi riprodotti sulla parete del maxi parcheggio. Accanto al lavoro di pittura, gli alunni si sono divertiti a spruzzare bombolette di colore, ricreando un vero e proprio murales stile writers.

Il tema trattato fa riferimento alla valorizzazione del patrimonio artistico di Osimo, un soggetto sviluppato con quella libertà espressiva che è propria dell’arte. Tale principio viene affermato in una frase che compare sulla facciata del palazzo della Secessione a Vienna e che i ragazzi hanno inserito nel murales: “ Ad ogni epoca la sua arte, all’arte la sua libertà”. E’ questo il messaggio che gli alunni della “ Caio Giulio Cesare” hanno voluto lasciare, con la fiducia e l’entusiasmo della loro età.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2019 alle 17:08 sul giornale del 21 maggio 2019 - 3731 letture

In questo articolo si parla di scuola, cultura, alunni, progetto, street art

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Hq