Falconara: espatriato il tunisino che aggredì ristoratore a colpi di bottiglia

Carabinieri Rimini di notte 19/04/2019 - Espatriato dai Carabinieri di Falconara il tunisino che aggredì ristoratore pakistano di Falconara Marittima a colpi di bottiglia.

I Carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima, questa notte hanno accompagnato il tunisino presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Trapani. L’uomo era stato intercettato infatti nella mattinata di ieri in piazza Mazzini, in occasione di un normale controllo di polizia. Si tratta di un tunisino già noto ai militari per aver aggredito un “kebabbaro” 37enne originario del Pakistan la sera dello scorso 27 marzo quando, in stato di ebbrezza alcolica, aveva minacciato di morte il pakistano brandendo due bottiglie e urlando: “Ti taglio la gola”, con la pretesa che due bottiglie gli venissero riempite con altro vino. Il tunisino inoltre aveva contratto anche un debito con il ristoratore per 230 euro, debito che aveva accumulato consumando panini e bevande con la promessa di pagare non appena racimolato qualche spiccio.

La vicenda si concluse con una denuncia a piede libero per percosse e minaccia aggravata. La mattina successiva il tunisino venne anche inviato all’Ufficio Stranieri della Questura di Ancona, al fine di regolare la sua permanenza sul territorio nazionale; furono dunque avviate le procedure per l’espatrio fino a quando mercoledì mattina, il tunisino è stato nuovamente fermato dai militari mentre era in compagnia di un connazionale in via Cavour, tra piazza Mazzini e la Stazione Ferroviaria. Con il supporto dell’Ufficio Stranieri, i Carabinieri hanno potuto eseguire il rimpatrio coattivamente, accompagnando personalmente lo straniero presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Trapani, luogo dal quale verrà estradato con il primo volo charter disponibile per la Tunisia.






Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2019 alle 16:18 sul giornale del 20 aprile 2019 - 1136 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6HM