Senigallia: incendia i lini degli altari, è caccia al piromane che ha "profanato" il Duomo

1' di lettura 19/03/2019 - E' stato il parroco della Cattedrale, don Aldo Piergiovanni, ad accorgersi del fumo che si levava dall'altare della Madonna della Speranza.

Il parroco del Duomo si è subito diretto verso l'altare pensando ad una candela accidentalmente caduta sul lino che ricopre l'altare ma subito ha avuto dei sospetti. Il parroco, insieme ad alcuni fedeli presenti in chiesa, hanno gettato a terra il lenzuolo e hanno quindi spento le fiamme.

Subito dopo don Aldo ha voluto visionare i filmati delle telecamere installate all'interno della Cattedrale scoprendo così che poco prima un uomo era entrato in chiesa e dopo essersi avvicinato, stavolta all'altare con il dipinto di Sant'Andrea, aveva appiccato il fuoco ad un altro lino. Immediatamente don Aldo ha chiamato i Carabinieri. I militari hanno acquisito i filmati delle telecamere e secondo una prima visione il piromane sarebbe un extracomunitario.

Durante il il sopralluogo i carabinieri hanno anche riscontrato segni di effrazione sulla porta di ingresso della Cattedrale e anche su quella degli uffici. Resta da capire se i due fatti, quelli legati al piromane e quelli dell'effrazione, sono tra loro collegati.






Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2019 alle 21:46 sul giornale del 20 marzo 2019 - 940 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5wt