A Loreto La Macina chiude le celebrazione dei suoi primi 50 anni

2' di lettura 10/01/2019 - Dopo il grande concerto del Parco della Musica di Roma, con la prestigiosa partecipazione straordinaria di quattro “rose di canto”, quattro grandi voci femminili del folk e del pop italiano : Giovanna Marini, Rossana Casale, Lucilla Galeazzi e Sara Modigliani, e dopo la presentazione al Teatro G.B. Pergolesi di Jesi del suo ultimo doppio Cd antologico Opus minus e al giro di boa dei cinquant’anni di attività.

La Macina, il gruppo più rappresentativo delle tradizioni musicali marchigiane con questo ultimo Concerto-Evento, (dopo quelli già effettuati ad Ascoli Piceno al Teatro dei Filarmonici e a Recanati al Teatro Persiani, patrocinati dalla Regione Marche /Servizio Cultura), dall’emblematico titolo, Non altro che il canto, (1968-2018- Cinquant’anni d’arte e di passione de La Macina), vuole testimoniare il suo appassionante, tenace, ininterrotto percorso di ricerca e animazione che lo ha animato in questi suoi… primi cinquanta anni di attività.

Il prossimo concerto Non altro che il canto verrà presentato a Loreto, in collaborazione con l’assessorato al Turismo, al Teatro Comunale, sabato 12 Gennaio 2019 . Concerto ad ingresso libero, con inizio alle ore 21,00. A conclusione dell’anno dei festeggiamenti per il cinquantennale di attività de La Macina, che prevede, tra l’altro, la prossima uscita della ristampa, nella Collana Quaderni del Consiglio Regionale delle Marche, del libro di Gastone Pietrucci, fondatore e leader de La Macina, Cultura Popolare Marchigiana uscito quasi clandestino e con pochissime copie, immediatamente esaurite nel 1985.

Questo concerto di Loreto riveste particolare importanza, perché verrà presentato, per la prima volta, al pubblico il nuovo elemento del Gruppo, il giovane e valente contrabbassista Marco Tarantelli, che andrà ad aggiungersi agli altri componenti “storici” de La Macina: Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce, Marco Gigli, chitarra, voce, Roberto Picchio, fisarmonica, organetto, voce, Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni e Giorgio Cellinese, coordinatore, nonché il suo leader, Gastone Pietrucci, voce e anima del Gruppo.

Un concerto per una grande, irrefrenabile, gioiosa festa “della memoria, della musica e del canto”, fatta anche insieme al pubblico, che sicuramente parteciperà numeroso a questo irripetibile Concerto comunitario de La Macina e del suo “canto d’amore lungo 50 anni”!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2019 alle 15:48 sul giornale del 11 gennaio 2019 - 323 letture

In questo articolo si parla di cultura, spettacoli, concerto, musica dal vivo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a20z