Calcio: l’Osimo Stazione soccombe dopo la Tripletta di Mastron

2' di lettura 30/12/2018 - La tripletta di uno splendido Salvatore Mastronunzio abbatte l’Osimo Stazione e blinda la panchina di Francesco Nocera, che traballava pericolosamente dopo le esternazioni di insoddisfazione della società alla luce delle ultime deludenti prestazioni.

Il 4-0 maturato al Diana restituisce serenità nell’ambiente biancorosso e placa il mal di pancia del presidente Stefano Marconi che, a fine gara, ha commentato: «Sono felice di aver visto una reazione. E’ arrivata una vittoria, ma mi ha convinto anche la risposta positiva della squadra. C’era bisogno di un confronto per mettere da parte i personalismi. Qui siamo tutti in discussione, i calciatori, i tecnici, i dirigenti perché c’è un progetto da realizzare per il calcio della città, del quale dovremo rispondere tutti. Le valutazioni proseguiranno perché non è certo una partita che può risolvere tutti i problemi, ma intanto sono contento di aver visto una bella prestazione e una reazione positiva da parte della squadra». Il 4-0 conferma la potenza dell’Anconitana, ma non deve illudere: c’è da crescere perché nel primo tempo l’Osimo Stazione ha sfiorato in almeno 4 circostanze il pareggio, colpendo pure una traversa con Mazzieri. La differenza l’ha fatta Mastronunzio con una tripletta che gli consente di arrivare a quota 10 reti in campionato e 99 nella sua carriera in biancorosso, a un passo da quota 100.

La Vipera è andata a segno dopo appena 80 secondi con un preciso destro sull’assist di Ruibal che poi, al 42’ del primo tempo, gli ha fornito il cross per il colpo di testa (molto bello) del raddoppio. Al 13’ della ripresa il capitano ha firmato il 3-0 sulla punizione di Pucci. In pieno recupero, c’è stato spazio anche per Zagaglia, pronto a deviare in rete un tiro di Ruibal, per il 4-0 finale.

Spunta un sorriso anche sul volto di Nocera: «E’ stata la risposta del gruppo - ha detto l’allenatore -. Essere messo in discussione dopo un 2018 in cui, tra Civitanova e Ancona, non ho perso una partita, non mi ha fatto piacere, ma so benissimo come funziona qua e quanto esigente sia la città. Però vorrei sottolineare che con il presidente Marconi c’è totale sintonia».






Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2018 alle 01:57 sul giornale del 29 dicembre 2018 - 592 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2Tp





logoEV