Mariani(Capogruppo Gruppo Misto): Osimo svenduta al PD regionale"

2' di lettura 19/12/2018 - Ad ottobre 2015 il Consiglio Comunale approvata un accordo di programma con la Provincia di Ancona per la realizzazione di opere di sistemazione idraulica che interessava il territorio osimano in diversi punti della Città.

L’opera consisteva nella realizzazione di alcune vasche di espansione nel versante Offagna-Osimo Stazione per evitare problemi di inondazione e studiate dopo l’alluvione del 2006. Un’opera da 7 milioni di euro stanziati dal Governo e pronti da spendere.

Sembrava tutto fatto. Ieri sera l’amara sorpresa. Dopo 3 anni è tutto da rifare. La competenza non è più della Provincia di Ancona ma è ritornata alla Regione Marche ed il Commissario Straordinario delegato, il prof. Ceriscioli, ha deciso di affidare l’opera al Consorzio di Bonifica Marche.

Quindi il Consiglio comunale ieri sera, prendendo atto del nuovo “progetto di fattibilità tecnico - economico” ha sostanzialmente autorizzato la politica regionale del PD ad utilizzare gran parte dei fondi destinati al territorio osimano, ad altre città. Si legge infatti che l’opera da 7 milioni di euro da realizzare ad Osimo è stata ridotta ad 1,2 milioni.

Le economie di spesa, 5,8 milioni di euro, destinati ad altre città come Falconara, Chiaravalle, Pioraco e Pesaro. Io non ci sto. Il consiglio comunale non è la trasmissione ti “Scherzi a parte”, ma il luogo dove si decidono le sorti di Osimo e degli osimani ed io non posso essere complice di una politica fatta solo di proclami, ma nei fatti inconcludente, i cui interessi sono solo le poltrone. Nessuno fa più la manutenzione dei fossi, dei fiumi pieni di canne ed erbacce con rischio esondazione alla prima pioggerellino.

Le amministrazioni coinvolte, Regione, Provincia, Consorzio di Bonifica, Protezione Civile, Comune, si scaricano le competenze a vicenda. Il Governo stanzia fondi per Osimo e la politica osimana lascia che Il PD regionale destini quei soldi ad altri, per di più senza colpo ferire!

Non è bastata la chiusura del reparto di ostetricia-ginecologia, la “vendita” dell’ospedale, la “svendita” di ASTEA ENERGIA, ora il PD osimano rinuncia ad una importante opera in campio di un’ “operetta” per consentire al PD regionale di fare bella figura in altre città al solo fine del consenso elettorale. Interesse zero per una Osimo non più vivibile! Mi auguro che nel segreto delle urna gli osimani lo ricordino!


da Maria Grazia Mariani 
      Capogruppo Gruppo Misto Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2018 alle 11:37 sul giornale del 20 dicembre 2018 - 1228 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, opposizione, politica, regione, partito, provincia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2Dy





logoEV