Liste Civiche:" asfalti a pezzi e bocconi"

06/10/2018 - Abbiamo approvato in consiglio comunale il piano delle opere pubbliche perchè Osimo ha necessità di strutture e interventi straordinari, sopratutto per le strade, quindi va bene che siano asfaltate. Il problema è che ne asfaltano una su dieci di quelle necessarie e rispetto a quante ne facevamo noi. E poi fanno tutti pezzi e bocconi, non come si faceva prima: l'intera strada.

E sopratutto, si asfalta non quando vi è necessità ma sotto le elezioni, quando noi abbiamo sempre smesso di fare opere sei mesi dalla scadenza elettorale. In sostanza, l'80% delle strade che hanno bisogno di un nuovo manto sono lì da 4 anni.

Le poche sono mezze opere eseguite solo con l'intento di ricordarlo fra pochi mesi. Un mezzo aborto. La bretella della strada di bordo equivale alla svendita di Astea Energia s.p.a. che sarà inaugurata proprio e solo per le elezioni, cioè da ciclo elettorale. Delle altre 100 opere promesse ripetutamente da 4 anni in avanti ne sono state realizzate 8. Una percentuale minima.

Molte sono state solo promesse, altre hanno dimostrato l'incapacità dell'amministrazione a perseguire gli obbiettivi. Ci vuole sfacciataggine a lanciare ora progetti come quello del Foro boario o altri che da qui a giugno verranno spacciati come opere fatte.

L'immagine di questa amministrazione è data da via dell'Industria ancora chiusa e da tante altre opere pure a metà del guado dopo anni e anni. Non si farà più così. Gli asfalti e e le altre strutture verranno realizzati quando si devono fare non quando ci sono le elezioni.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-10-2018 alle 16:21 sul giornale del 08 ottobre 2018 - 349 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, opposizione, politica, lavori stradali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aY70