Loreto: venerdì 14 settembre, Teatro Comunale, settimo appuntamento con "Non a voce sola -2018", con Cristiano Godano

14/09/2018 - Non a Voce Sola arriva al suo settimo appuntamento, il 14 settembre alle 21,15 al Teatro Comunale di Loreto. La rassegna di poesia, filosofia, musica ed arti, alla sua nona edizione, è nata come un percorso di conoscenza all'interno del pensiero femminile ed è diventata negli anni il luogo del dialogo fra i generi. L'ospite della serata sarà una delle icone rock del panorama nazionale e internazionale, Cristiano Godano dei Marlene Kunz.

Il festival tende a riconfermare la sua identità dialogante fra le varie forme di espressione e la musica e il canto, così come la voce sono il segno distintivo dell'unicità degli esseri umani: donne e uomini. Il fil rouge della rassegna, l'ordine simbolico , ben si coniuga con la parabola musicale del gruppo cuneese. L'ultimo album, La lunga Attesa, sembra un omaggio al mondo femminile, una sorta di viaggio fra parole e suoni che evocano una diversa prospettiva sul reale.

L'operazione è finemente sofisticata per cultori del piacere della parole e del suono, a volte, ruvido del rock. Un salto in avanti conservando l'incanto dell'inizio. Nato a Fossano nel 1966, Cristiano Godano è il cantante del gruppo indie-rock Marlene Kuntz, che ha fondato nel 1989 con Riccardo Tesio e Luca Bergia. Lunghi anni sul palcoscenico, girandole di parole pungenti e note dissonanti hanno portato grandissimi successi, come testimoniano gli album Catartica (1994), Il Vile (1996), Ho ucciso paranoia (1999) e Nella tua luce (2013).

Dopo un soddisfacente esordio in letteratura con la raccolta di racconti I vivi (2008), Cristiano Godano ha deciso di tentare anche quello attoriale nel 2009, con il film Tutta colpa di Giuda, diretto da Davide Ferrario, candidato per la colonna sonora (firmata anch'essa Marlene Kuntz) ai David di Donatello del 2010. Nello stesso anno ha inaugurato un nuovo progetto musicale assieme agli amici di sempre, Riccardo Tesio e Luca Bergia, e anche assieme a nuovi, Gianni Maroccolo e Howie B, dal titolo Beautiful, che vuole far conoscere il connubio tra le chitarre e la ritmica più noise dei Marlene Kuntz con quelle elettroniche del dj scozzese.

Per l'occasione Godano ha elaborato per la prima volta una serie di testi in lingua inglese, che si sono fatti ben conoscere sulla scena internazionale per i loro suoni suggestivi e vibranti. Il 2014 è stato l'anno in cui il gruppo ha festeggiato il ventennale della loro carriera con la riedizione del primo album Catartica che è stato l'inizio di un Tour nazionale trionfante. Sulla scia del successo nel 2016 è uscito un film sulla storia del gruppo, titolato Complimenti per la festa.

Sempre del 2016 è il il loro tour per l'Europa e l'uscita del nuovo, dissonante, ruggente album La lunga attesa. Il gruppo ci ha lavorato due anni, e come dicono i Marlene: E' un disco che ruggisce con stile, che rumoreggia con sentimento, che abbaia con intensità.(...) è rock, genuinamente rock. Se lo dicono i Marlene, c' è da fidarsi!!!!! Ora il cantautore cuneese sbarca a Non a Voce Sola per raccontare, tra parole e musica, l'essenza femminile percepita, vissuta, suonata e descritta attentamente lungo tutta una vita, a volte corporea e reale, dall'intelletto forte e dalle mani nervose, alla ricerca di senso e libertà, a volte anche eterea, lontana, dagli occhi vitrei e irraggiungibile, immancabilmente ispiratrice di molte sue canzoni. Un viaggio, insomma, alla scoperta di ciò che di una donna può essere detto da un artista della parola e delle note.

L'Assessore alla cultura Luca Mariani così commenta la partecipazione del suo assessorato alla Rassegna Non a Voce Sola: " La Rassegna ,alla sua nona edizione, è una presenza importante nel panorama regionale, una rassegna che sa dare voce alle donne e agli uomini, uno spazio deputato al dialogo fra i generi in un periodo storico in cui sembrano prevalere le chiusure, i muri, i confini.ù

Particolarmente interessante la personalità e il percorso dell'artista ospite della serata: Cristiano Godano. Abbiamo apprezzato i suoi testi e la sua musica, il suo gruppo è stato un punto di riferimento per intere generazioni e speriamo sia ancora prolifico nel tempo." Così Oriana Salvucci, direttrice artistica della rassegna, ha definito la poliedrica personalità creativa di Cristiano Godano e il suo intervento a Non a Voce Sola: " Cristiano Godano è un amico della Rassegna Non a Voce Sola, è con gioia che ogni anno lo accogliamo, in uno o più dei nostri appuntamenti.

La musica e la parola sono mezzi potenti di comunicazione e un artista, nonchè intellettuale come Cristiano conosce il valore e la responsabilità che le parole e la musica comportano. Cristiano continua a rivendicare la posizione eminentemente estetica e artistica della sua musica e questo è sicuramente un pregio. Ha l'umiltà delle grandi personalità, l'ingegno degli artisti più prolifici, l'intelligenza di colui che rivendica la necessità di un cammino artistico fatto per il pubblico, ma non per compiacerne i capricci. Il suo ultimo album è rivoluzionario sia nelle sonorità, sia nei testi.

Vicino al mondo femminile sembra rovesciare gli stereotipi culturali più consueti. L'attesa, la fecondità, la narrazione diventano prerogative anche maschili, una contaminazione fra i sessi così palesemente trasgressiva. Una grande stima per l'artista e per l'uomo







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2018 alle 07:02 sul giornale del 14 settembre 2018 - 216 letture

In questo articolo si parla di musica, cultura, teatro, spettacoli, artista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYmB





logoEV