Loreto: un anno dopo, 75% di raccolta differenziata, 3% di riduzione della tassa rifiuti

04/08/2018 - Ad un anno dall’avvio del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti “Porta a Porta” (10 luglio 2017) nel Comune di Loreto, è tempo di bilanci e analisi dei risultati finora raggiunti. Innanzitutto bisogna sottolineare che l’obiettivo primario che l’Amministrazione comunale aveva fissato è stata raggiunto e in alcuni mesi addirittura superato.

Infatti la percentuale della raccolta differenziata è salita fino al 75% con alcuni picchi vicini all’80%. Quindi dal punto di vista ambientale, grazie alla gestione integrata dei rifiuti attuata da Cosmari e soprattutto grazie all’impegno quotidiano dei cittadini, la differenziazione dei rifiuti è salita fino a oltre 20 punti percentuale con carta, cartone, plastica, alluminio, barattolame metallico, rifiuti organici, vetro, oli vegetali esausti, ecc., avviati al recupero e quindi al riciclo, con moltissimi vantaggi e seguendo i dettami della cosiddetta economia circolare. Non meno importante il risparmio del 3% che tutti gli utenti del Comune di Loreto si sono trovati nelle bollette della tassa rifiuti.

Una “piccola” economia che premia i comportamenti virtuosi di chi ha aderito in maniera costruttiva al progetto “Porta a Porta”, differenziando correttamente i rifiuti e rispettando le modalità di conferimento. Infatti, entrando a far parte del Cosmari, insieme a tutti i Comuni maceratesi, Loreto ha avuto una diminuzione del costo complessivo sia per il servizio di raccolta che di igiene urbana potendo quindi abbassare la tassa rifiuti di qualche punto percentuale, potendo usufruire di servizi ambientali di qualità.

Nel complesso quindi, da un anno, dopo i primi momenti di comprensibile adeguamento delle proprie abitudini al nuovo sistema “Porta a Porta”, Loreto si trasforma in un “Comune Riciclone”, migliorando anche la pulizia della Città, il decoro urbano, presentandosi ai tanti turisti che la visitano, più accogliente.

Questi risultati raggiunti dopo un anno dall’avvio del servizio “Porta a Porta” – ricorda il Sindaco Paolo Niccoletti – devono essere considerati come un punto di partenza e non di arrivo. Dobbiamo continuare a migliorarci e quindi a fare sempre meglio la raccolta differenziata dei nostri rifiuti.

Inoltre dimostrano la lungimiranza della nostra scelta che ci ha portato a lasciare l’Ata di Ancona per confluire nel sistema Cosmari che, visti gli effetti prodotti a Loreto, si conferma una realtà pubblica efficiente, con servizi di qualità, con una impiantistica adeguata e soprattutto con costi che sono più bassi in confronto ad altre realtà territoriali, anche a noi vicine.

Ma il merito maggiore di quanto siamo riusciti a fare in campo ambientale va a tutte le famiglie e alle attività economiche di Loreto che, fin dai primi giorni, si sono impegnate per la buona riuscita del nostro progetto.

I nostri ringraziamenti vanno anche estesi all’Assessore Flamini per l’impegno con cui ha seguito tutte le fasi del nuovo servizio e non solo, agli uffici comunali, alla Pro Loco che svolge per noi il servizio di “Sportello ambientale” e ovviamente al Cosmari che con professionalità e dedizione, ogni giorno, contribuisce a rendere la nostra Città, sempre più pulita.

Sono soddisfatta del raggiungimento dei risultati che ci eravamo prefissati – dichiara l’Assessore all’Ambiente del Comune di Loreto Pamela Flamini – Con l’impegno di tutti siamo riusciti a raggiungere importanti percentuali di raccolta differenziata. Del resto non avevamo dubbi sul fatto che i lauretani fossero particolarmente sensibili ai temi della preservazione ambientale del territorio e del recupero dei rifiuti.

Fondamentali sono anche state tutte le attività continue di informazione e sensibilizzazione che, insieme al Cosmari, abbiamo adottato, a partire dagli incontri/lezione nelle scuole fino al concorso che ha coinvolto i nostri ragazzi sui temi della raccolta differenziata.

Da settembre cominceremo anche a lavorare sul fronte della diminuzione della produzione dei rifiuti. A Loreto – afferma il Direttore generale di Cosmari srl Giuseppe Giamapoli – abbiamo vinto un’altra sfida. Per le sue innumerevoli peculiarità, è infatti, una Città che va seguita con particolare attenzione.

In questo anno, in piena sintonia e collaborazione con l’Amministrazione comunale, siamo riusciti ad adattare i nostri servizi alle esigenze dei cittadini, delle attività economiche e soprattutto alle necessità del settore turistico, contribuendo a migliorare l’immagine complessiva di una realtà tra le più apprezzate del mondo e che siamo fieri di poter servire con la nostra società e con i nostri servizi.

Un plauso va rivolto ai nostri operatori che, ogni giorno, sono al fianco dei lauretani, nella raccolta differenziata e nella pulizia complessiva della Città. Alcune raccomandazioni. Per continuare a far funzionare nel modo ottimale la raccolta differenziata “Porta a Porta” è necessario rispettare il giorno, gli orari di esposizione dei sacchetti e la tipologia di rifiuti da conferire.

E’ vietato abbandonare i rifiuti all’esterno dei cassonetti. Si ricorda che bisogna utilizzare i sacchetti biodegradabili e compostabili per conferire la frazione umida nel contenitore stradale di colore marrone. Per carta e cartone si possono anche utilizzare sacchetti o scatole a perdere in sostituzione del sacchetto fornito da Cosmari. Per ogni esigenza si può sempre utilizzare gratuitamente il Centro di Raccolta (Isola Ecologica) in via Lavanderia.

Il lunedì mettere fuori della porta il sacchetto giallo con i rifiuti rsu, inserendo tutto quello che non è differenziabile o recuperabile, dalle ore 7.00 alle ore 8.00 se si abita nel centro storico, all’interno delle mura mentre tutte le altre utenze dovranno conferire i rifiuti, fuori della propria porta di casa, dalle ore 7.00 alle ore 8.30. Il martedì mettere fuori il sacchetto di carta con carta, cartoncini, giornali, riviste e tetrapack, sempre dalle ore 7.00 alle ore 8.00 se si abita nel centro storico, all’interno delle mura mentre tutte le altre utenze dovranno conferire i rifiuti, fuori della propria porta di casa, dalle ore 7.00 alle ore 8.30.

Infine mercoledì e sabato conferire il sacchetto blu con i rifiuti multimateriale, ossia plastica, alluminio e barattolame metallico, sempre con gli stessi orari, dalle ore 7.00 alle ore 8.00 se si abita nel centro storico, all’interno delle mura, mentre tutte le altre utenze dovranno conferire i rifiuti, fuori della propria porta di casa, dalle ore 7.00 alle ore 8.30. Per il rifiuto umido e per il vetro si potranno continuare ad usare, secondo le proprie esigenze, i cassonetti stradali di piccole dimensioni marroni e verdi. Per conferire l’organico è indispensabile utilizzare i sacchetti biodegradabili e compostabili.

Chi abita nelle zone rurali dovrà lasciare i sacchetti, seguendo il calendario, dalle ore 7.00 alle ore 8.30, all’incrocio con la strada pubblica e non sulla propria via privata. In alcune zone saranno posizionati alcuni punti di conferimento dove depositare i sacchetti.

Particolare attenzione è dedicata anche alle utenze non domestiche, quali ristoranti, bar, esercizi commerciali, aziende produttive, studi professionali, strutture ricettive. In questo caso il servizio è stato calibrato sulla base delle concrete esigenze di ciascuna attività, attraverso concordate ed adeguate modalità di conferimento (della carta, della plastica, del cartone e degli imballaggi in genere) presso il proprio esercizio commerciale o la propria azienda, sempre secondo un calendario prestabilito.

Maggiori informazioni all’Ecosportello presso la Pro Loco tel. 331.8465371 oppure chiamando il numero verde gratuito del Cosmari 800.640.323.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2018 alle 17:04 sul giornale del 06 agosto 2018 - 953 letture

In questo articolo si parla di attualità, raccolta differenziata, territorio, risultati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXg5