Castelfidardo: Civiche benemerenze, valori e storie esemplari

14/05/2018 - "Rappresentate il talento, la speranza, l'identità, la freschezza di un progetto sociale che non lascia indietro nessuno; l'impegno di chi promuove il benessere fisico e la passione di un'insegnante che dimostra come la scuola possa costruire una società e un futuro davvero migliori".

Nelle parole del sindaco Roberto Ascani la sintesi dei valori emersi in occasione della cerimonia di conferimento delle civiche benemerenze nella festività dei Santi Patroni. La seduta celebrativa di Consiglio Comunale ha valorizzato figure esemplari. Il sigillo di Castelfidardo è stato attribuito alla professoressa Maria Catia Sampaolesi, insegnante di lettere in ruolo da 36 anni, che per precisa scelta applica il suo metodo didattico laboratoriale nelle scuole medie "Soprani".

Specializzata in grafologia, tutor per l'insegnamento di storia contemporanea, coordinatrice di attività di formazione e sperimentazione nonchè pioniera del progetto "crescere nella cooperazione" e autrice di varie pubblicazioni, la prof. è altresì socia-fondatrice di alcune realtà di volontariato come l'Azione Cattolica e il Circolo Toniolo. Una vita dedicata allo studio, alla ricerca e al prossimo, un esempio di umiltà e dedizione che con semplicità ha ribadito: "ho fatto e continuerò a fare il mio dovere con entusiasmo".

La Medaglia di Castelfidardo ritirata dal presidente Luciano Saletti è andata all’Atletica Amatori Avis Castelfidardo, fresca reduce dall'organizzazione del trofeo Avis "Loris Baldelli": 40 anni di storia, 50 iscritti che praticano costantemente corsa di fondo e mezzofondo, partecipando a un centinaio di manifestazioni all'anno in ambito regionale, nazionale e internazionale con il titolo europeo master di Maria Cingolani nel 2009 come massima vetta.

A giovani speciali sono poi andati riconoscimenti altrettanti speciali, vedi gli artefici dell'exploit Frolla-Lab, Iacopo Corona e Gianluca Di Lorenzo, il microbiscottificio artigianale con inserimento lavorativo di disabili, di cui martedì prossimo verrà aperto il punto vendita a Castelfidardo. Aspirante pasticcere l'uno e operatore sociale l'altro, hanno fatto del lavoro sociale una vera scelta di vita confezionando un prodotto di qualità che valorizza le materie prime locali e le straordinarie capacità dei ragazzi.

La musica è invece la cifra di Tommaso Speciale, enfant prodige di 11 anni allievo della civica scuola di musica "Soprani" e del maestro Emiliano Giaccaglia, che si è aggiudicato il Primo premio assoluto al Concorso Internazionale “Coppa Pianisti” di Osimo e al Concorso pianistico Internazionale Città di Spoleto. Premiata anche la Tenax Calcio a 5 per la promozione in serie A2, di cui il vice-presidente Carlo Castorina ha espresso l'auspicio di esserne all'altezza, sottolineando come "il progresso si misuri anche dai risultati di una squadra a trazione locale".

Ad un emozionato ambasciatore della fisarmonica, il maestro Roberto Lucanero, musicista ed etnomusicologo, organettista, suonatore di organo portativo medievale, compositore, saggista e didatta che sta crescendo una nuova generazione di artisti, l'onore di rappresentare l'immagine di qualità di Castelfidardo nel mondo e quello di concludere in note la bella cerimonia con una dirompente esibizione che compendia il patrimonio di sonorità, cultura e tradizioni popolari della fisarmonica diatonica.







Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2018 alle 20:57 sul giornale del 14 maggio 2018 - 337 letture

In questo articolo si parla di castelfidardo, Comune di Castelfidardo, celebrazione, civiche benemerenze

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aUxd