Loreto: al via i lavori in 4 vie importanti. L’assessore Ascani, ‘Abbiamo reinvestito gli introiti dell’autovelox nella sicurezza stradale dei cittadini’

09/03/2018 - Sarà un marzo molto intenso per i Lavori Pubblici a Loreto, che nell’arco di questo mese avvierà il restyling di quattro importanti strade distribuite in varie zone della città. Si comincia già lunedì prossimo ( 12 marzo, ndr ) con l’asfaltatura di via Rosario , a Villa Musone, in particolare nel tratto che dalla rotatoria della Vecchia Fattoria arriva alla Fonte delle Bellezze e quindi il tratto della vecchia via che parte dal centro abitato e giunge fino all’altezza degli impianti sportivi.

Un intervento del valore di 85.000 euro. Sempre entro il mese di marzo si inizierà a lavorare anche sui manti stradali di via Arturo Gatti e di via Piana . In quest’ultima l’asfalto verrà rifatto nel tratto davanti alla chiesa e quindi in parte della contigua via Matteotti. In totale il pacchetto dei lavori comporta un investimento di 100.000 euro.

Anche se l’opera più impegnativa sarà quella che riguarda via Aldo Moro : per la zona dell’ex mercato cittadino è previsto un restyling importante che prevede il rifacimento dell’intero blocco centrale costituito dal marciapiede, che verrà completamente tolto dalla sede stradale per essere ripristinato nuovo, e quindi del manto stradale delle carreggiate perimetrali al marciapiede, che verranno asfaltate utilizzando il ‘biostrasse’, asfalto ad alta tenuta già adoperato in via San Francesco.

‘ Si tratta di lavori attesi da tempo – spiega l’ Assessore ai Lavori Pubblici Marco Ascani – che possiamo realizzare grazie al risultato delle economie fatte e anche grazie a parte degli introiti giunti all’Amministrazione dall’autovelox i cui proventi, lo ricordiamo, devono essere reinvestiti dall’Ente per azioni di sicurezza stradale, come è appunto il rifacimento degli asfalti e la sistemazione delle strade ’.

Il restyling di via Aldo Moro prevede una spesa di 150mila euro e contempla anche una accurata verifica sugli alberi esistenti: 36 piante, per metà pini e per metà lecci. Verrà dapprima effettuata una prova statica per definire quante di loro possono restare in situ senza rischi per l’incolumità dei cittadini e quante invece dovranno essere sradicate per poi procedere immediatamente con la ripiantumazione di nuovi arbusti.

‘ Al momento non sappiamo se e quanti alberi dovranno essere tolti – continua Ascani – sicuramente meno della metà, visto che i lecci non danno problemi, ma può darsi che anche altri pini siano sicuri. In ogni caso, ogni albero tolto verrà ripiantumato’ . I lavori inizieranno entro la fine del mese di marzo e dureranno presumibilmente per circa un mese.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2018 alle 18:56 sul giornale del 10 marzo 2018 - 405 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, politica, segni e suoni, città, restyling

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSui