Chiese vandalizzate, denunciato un operaio. Lui si giustifica parlando di influenze spirituali

Carabinieri 1' di lettura 04/10/2017 - I carabinieri di Osimo martedì sera  hanno deferito in stato di libertà un pregudicato osimano di 35 anni per danneggiamento aggravato e continuato. La denuncia e le indagini dopo  gli  episodi di vandalismo in alcune chiese  della città avvenuti  dall’11 agosto al 29 settembre scorsi.

In particolare erano state prese di mira la parrocchia di San Sabino e di San Carlo Borromeo. In quest'ultimo caso gliatti vandalici si erano avuto anche all'auto del parroco Paolo Sconocchini. I danni complessivi causati ammontano a 20 mila euro.

Utili alle indagini dei militari, le testimonienze delle vittime le immagini delle telecamere di videosorveglianza che hanno indivuduato le auto del denunciato mentre compiva le sue scorribande, tra cui anche la rottura delle vetrate sacre a mosaico delle due chiese.

Chiesta ragione di un simile comportamento, il giovane, di professione operaio, ha ammesso le proprie responsabilità adducendo come motivo l'influsso nefasto di non meglio specificate influenze spirituali. I militari hanno chiesto per lui l'intervento delle autorità sociosanitarie.






Questo è un articolo pubblicato il 04-10-2017 alle 11:11 sul giornale del 05 ottobre 2017 - 1872 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNC2





logoEV