M5S:' Don Flavio ci ha lasciati '

07/08/2017 - Chi ha avuto la fortuna di conoscere Don Flavio Ricci oggi forse non piange, (perché Don Flavio, col suo pragmatismo, immaginiamo non avesse voluto per lui troppe lacrime), ma sicuramente sente scendere nel cuore una grande tristezza.

E' la tristezza di una “morte annunciata” avvenuta al termine di una lunga malattia contro cui Don Flavio lottava da anni e contro cui l'aveva sempre spuntata, grazie alla sua stoica perseveranza. E' la tristezza, per molti della mia generazione, di veder chiudersi una pagina della propria vita, l'ennesima, quale ineluttabile risultato del tempo che passa e che porta via con sé pezzi di storia, (e Don Flavio è sicuramente un piccolo pezzo di storia della nostra città), e i ricordi della gioventù. 

Uno dei ricordi più limpidi e formativi è quello di Don Flavio insegnante: un'ora settimanale che aspettavamo sempre con piacere, in cui – fuori dalla routine delle materie tecniche – si aveva l'occasione di riflettere, di dibattere. Don Flavio stimolava le nostre menti a contestualizzare nell'epoca storica contemporanea la nostra nascente consapevolezza, aiutandoci così a formare le nostre coscienze civiche.

Lo riusciva a fare con naturalezza, quella che possiede soltanto chi sa bene dove vuole condurre le proprie vele. L'altro ricordo indelebile è quello di Don Flavio punto di riferimento della Caritas osimana e diocesana, (che comprende dunque anche Ancona, dove era conosciuto e stimato da molti). E' stato un quotidiano e perseverante attuatore del più bel insegnamento del messaggio cristiano: aiuta il prossimo.

E Don Flavio, anche questo, l'ha fatto fino alla fine a modo suo: poche parole e molti fatti, con il pragmatismo di chi senza troppi convenevoli andava subito al sodo e agiva con grande efficacia ed esperienza organizzativa per aiutare gli ultimi e i più deboli, senza distinzioni di appartenenze sociali, etniche o religiose. L'ultima volta che l'ho sentito al telefono è stato nel mese di giugno: pur sapendo che stava lottando contro la malattia, non mi aspettavo che ci avrebbe lasciato così presto.

Ma nessuno se lo sarebbe potuto aspettare perché come al solito Don Flavio con la sua presenza assertiva e centrata, ti faceva pensare di avere di fronte una roccia indistruttibile e non un essere umano in carne ed ossa.

Con una voce senz'altro affaticata, ma con la mente lucida e focalizzata sull'obiettivo, mi aveva offerto i suoi suggerimenti per risolvere delle problematiche relative ad alcuni casi di nuove povertà che crescono in maniera invisibile quanto inesorabile anche nella nostra città, motivo per cui da ormai tre anni il Movimento 5 Stelle di Osimo silenziosamente sta cercando di offrire il proprio piccolo contributo alla stessa Caritas.

Nel corso di questi anni ci siamo più volte confrontati con Don Flavio per risolvere piccoli grandi problemi che cittadini, a volte disperati, ci hanno segnalato. Anche lo scorso giugno, chiudendo la telefonata, ero stato felice di aver ricevuto i preziosi consigli di Don Flavio che fino all'ultimo è stato sempre in grado di offrire le sue soluzioni pragmatiche ed efficaci, avendo a cuore il destino delle persone bisognose più della sua stessa salute.

E per questo caro Don Flavio, ora che ci hai lasciati, ti saluto e ti abbraccio con una stima e un affetto infiniti, gli stessi che ho sempre nutrito nei tuoi confronti, ma che non ti ho mai apertamente fatto sapere


David Monticelli Consigliere comunale M5S Osimo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2017 alle 08:27 sul giornale del 08 agosto 2017 - 1794 letture

In questo articolo si parla di attualità, lutto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aLYs