E' venuto a mancare il Cardinale Dionigi Tettamanzi. E' stato ArciVescovo della Diocesi Ancona-Osimo

07/08/2017 - Nel ricordo affettuoso e grato per il servizio pastorale del compianto cardinale Dionigi Tettamanzi, che è stato Arcivescovo di questa diocesi dal 1989 al 1991, Il cardinal Menichelli, il clero, le famiglie religiose e l’intera comunità diocesana partecipano al dolore della comunità ambrosiana e si uniscono nella preghiera di suffragio.

Mons. Dionigi Tettamanzi Aveva poco più di 55 anni quando san Giovanni Paolo II lo nominò Arcivescovo metropolita di Ancona-Osimo. Era il 1° luglio del 1989. Il 23 settembre ricevette l'ordinazione episcopale, nella cattedrale di Milano, dal cardinale Carlo Maria Martini, coconsacranti l'arcivescovo Carlo Maccari ed il vescovo Bernardo Citterio.

Prende possesso della nostra arcidiocesi il 1° ottobre del 1989 e subito fa sentire la sua voce di Pastore e mette in atto le sue capacità di coinvolgere sacerdoti e laici in un progetto di animazione culturale e spirituale della diocesi.

Tra le sue grandi intuizioni, l’istituzione della Pastorale Giovanile. Dopo pochi mesi venne nominato Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana e il 14 marzo del 1991 lascia Ancona per Roma. È ritornato nella nostra diocesi in diverse occasioni invitato dal nostro Arcivescovo Edoardo. Il 4 gennaio del 2006 per l’annuale Convegno diocesano.

Nell’occasione benedì le prime pietre della costruzione della Chiesa e dei locali parrocchiali di san Giuseppe Moscati che egli stesso aveva eretto l’11 settembre del 1989. Dall’1 al 3 marzo del 2010 partecipò come relatore al Convegno “L’ortodossia in Italia – nuove sfide pastorali”.

Il 25 gennaio del 2011 inaugurò il ristrutturato protiro della Cattedrale di san Ciriaco e fu protagonista in Osimo nella Concattedrale di san Leopardo, in occasione dell’Assemblea permanente della CEI che si svolse in Ancona, di una lectio sull’avvenimento dell’anno: il XXV CEN. Visse la settimana del XXV Congresso Eucaristico in Ancona e fu protagonista di diversi momenti.

Molte sono le testimonianze e le espressioni di cordoglio pervenute in diocesi, espresse da chi lo ha conosciuto, segno di una traccia che ha lasciato durante i suoi 18 mesi di permanenza in Ancona







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2017 alle 08:07 sul giornale del 08 agosto 2017 - 411 letture

In questo articolo si parla di attualità, lutto, Arcidiocesi Ancona Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLYp