M5S:'in difesa del cinema Concerto'

2' di lettura 29/06/2017 - Sul Concerto siamo sconcertati! Dopo anni di battaglie da parte di comitati, società civile e forze politiche per la difesa di un luogo simbolo della città, la cosiddetta “sinistra” osimana di Fabio Pasquinelli aveva un’occasione d’oro, una di quelle che raramente capitano alle forze di opposizione: la delibera di autorizzazione alla vendita del cinema poteva essere fermata in consiglio comunale per mancanza del numero legale se tutte le opposizioni si fossero alzate compatte e avessero lasciato l’aula, in quanto la maggioranza nella seduta del 26 giugno 2017 non aveva i numeri.

Riteniamo davvero imperdonabile e complice un atteggiamento di questo genere da parte di Pasquinelli: le Liste Civiche e il Gruppo Misto di Maria Grazia Mariani si sarebbero alzate, ma la “sinistra” non ha voluto farlo.

Quella stessa “sinistra” poco prima, in una mozione da loro presentata molto critica nei confronti nella posizione di sudditanza dell’Italia nella NATO e contro la presenza delle armi nucleari nel nostro Paese, aveva ricevuto l’approvazione e l’appoggio del nostro gruppo consiliare.

Non paga di ciò, aveva però avuto la faccia tosta di accusare il M5S di complicità con i “kattivi amerikani” e la NATO e i nostri consiglieri comunali di incoerenza, soltanto perché avevamo presentato un semplice emendamento alla loro mozione, a nostro avviso realistico e costruttivo. Gentile Pasquinelli, non accettiamo certo lezioni di coerenza da te.

Sei stato in maggioranza con Pugnaloni e sei riuscito a votare le peggio cose: a favore del centro commerciale all’ex-consorzio agrario, contro la nostra proposta per un vero diritto all’acqua pubblica attraverso l’affidamento del servizio idrico ad un’azienda speciale di diritto pubblico senza scopo di lucro. In consiglio comunale con le tue arringhe, a parole sembravi un misto tra Marx e Fidel Castro, ma poi votavi sempre come Rockfeller e Schauble.

Ora che sei alla finta opposizione, fai finta di votare contro, ma dimostri di essere sempre dalla parte del “padrone”. Per coerenza e per efficacia dell’azione politica in difesa del cinema Concerto, avresti dovuto alzarti e lasciare l’aula impedendo l’approvazione del punto, come hanno fatto i nostri consiglieri comunali che non hanno volutamente partecipato alla votazione, per marcare la sostanziale differenza tra chi fa politica a chiacchiere e chi, pur con tutti i limiti e gli umani difetti, si batte per un cambiamento reale.

E’ troppo scomodo votare per il bene dei cittadini contro gli interessi forti che ancora muovono le fila della vecchia politica, anche a livello locale. Molto meglio recitare a fare i bolscevichi e i rivoluzionari nel teatrino striminzito della Sala Gialla.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2017 alle 10:12 sul giornale del 30 giugno 2017 - 874 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, osimo, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKLF





logoEV