Loreto: concerto di musica medievale per la mostra "Il Rosario Mariano Lauretano",il 23 aprile al Bastione Sangallo

20/04/2017 - In occasione della mostra "Il Rosario Mariano Lauretano", Domenica 23 aprile alle ore 18 nell'ampio e caratteristico spazio del Bastione Sangallo a Loreto, si svolgerà il concerto di musica medioevale dal titolo "Maria Matrem.

I canti devozionali mariani dei pellegrini del XIV secolo" del coro Vox Phoenicis diretto da Carlo Paniccià. Il concerto, organizzato dal Comune di Loreto in collaborazione con Astea e l'associazione Nuovi Linguaggi, proporrà l'esecuzione moderna del “Llibre vermell de Montserrat”, un codice manoscritto importantissimo copiato verso la fine del XIV secolo, contenente una collezione di canti medievali e testi di contenuto liturgico.

L'iniziativa ben si sposa con la mostra sui Rosari Mariani Lauretani, quali oggetti devozionali tra i più rilevanti sia sotto il profilo artistico che storico religioso, che è stata inaugurata lo scorso 8 marzo e rimarrà aperta fino al prossimo 1 maggio ed è stata realizzata nell’ambito del progetto del Distretto Culturale Evoluto “I Cammini Lauretani” di cui il Comune di Loreto è capofila.

Il nome “Llibre vermell de Montserrat” significa "libro rosso di Montserrat" a causa del colore delle copertine con cui fu rilegato nel XIX secolo. Il manoscritto è conservato presso il monastero benedettino di Montserrat, sito vicino a Barcellona, dove si venera la Madre di Dio di Montserrat (in catalano "la Mare de Déu de Montserrat") detta anche la Vergine "Moreneta" in quanto nella Basilica è presente una scultura lignea romanica del XII secolo che raffigura la Madonna col bambino rappresentata con il volto di carnagione scura: stretta attinenza con l'effige della Madonna nera di Loreto che si venera all'interno della Santa Casa di Nazareth custodita all'interno del Santuario mariano internazionale lauretano.

Le lingue dei canti sono diverse: catalano, occitano e latino. Si legge che potevano essere intonati e danzati solo quei canti devoti e rispettosi, come i dieci conservati nel “Llibre vermell de Montserrat”, e che si vietavano espressioni sconvenienti durante l’andata, la sosta e il ritorno dalla Basilica-monastero della Vergine Moreneta de Montserrat.

I musicologi ritengono che i canti siano anteriori al XIV secolo. Per questa occasione il Vox Phoenicis sarà accompagnato dall’ensemble strumentale composto da Mauro Navarri al violino, Cristiano Delpriori alla viola e Marco Romanelli alle percussioni.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2017 alle 09:01 sul giornale del 21 aprile 2017 - 872 letture

In questo articolo si parla di cultura, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aICo