Broncopneumologia di Jesi e Osimo, Pergolesi (M5S) presenta interrogazione: 'Reparti sotto organico e carenze nelle dotazioni'

Romina Pergolesi 20/04/2017 - La consigliera regionale Romina Pergolesi (M5s) ha presentato un'interrogazione a risposta urgente sulla difficile situazione che stanno vivendo le Unità operative di broncopneumologia degli ospedali Carlo Urbani di Jesi e SS. Benvenuto e Rocco di Osimo.

"A Jesi il reparto è sotto organico, serve un Dirigente Medico con specifica specializzazione e ad Osimo le dotazioni tecnologiche non consentirebbero di assistere, con ragionevole sicurezza, il malato respiratorio complesso. Criticità che persistono purtroppo da diversi mesi”.
"L'Unità operativa di Broncopneumologia dell'Ospedale Carlo Urbani di Jesi risulta sprovvista di una figura professionale con specifica specializzazione e i tre medici attualmente in organico non sono più in grado di sopportare l'enorme carico di lavoro".

E' quanto segnala, in un'interrogazione a risposta urgente rivolta al presidente della Giunta Ceriscioli, la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Romina Pergolesi. "Le attuali dotazioni organiche delle unità ospedaliere di Jesi – spiega – risultano assolutamente insufficienti e non soddisfano la direttiva comunitaria in tema di orari e riposi del personale sanitario".
Il reparto dell'ospedale osimano, inoltre, risulterebbe non fornito di "tutte quelle dotazioni tecnologiche che consentono di assistere, con ragionevole sicurezza, il malato respiratorio complesso".

L'interrogazione - "Implementazione organico dell'Unità Operativa di Broncopneumologia dell'Ospedale Carlo Urbani di Jesi e SS.Benvenuto e Rocco di Osimo" - chiede a Ceriscioli quali azioni ha adottato o intende adottare per integrare al più presto il personale assegnato a Jesi "con figure professionali che abbiano la Specializzazione in Malattie dell'Apparato Respiratorio", ricordando la graduatoria, già pubblicata sull'albo pretorio dell'Area Vasta 2, alla quale si potrebbe attingere. "I dirigenti medici che prestano opera presso questo servizio hanno specializzazioni equipollenti o affini, ma non specifiche. Nel reparto di Pneumologia gravitano pazienti con patologie quali neoplasie, pneumopatie interstiziali, tracheostomizzati in ventilazione meccanica che richiedono un know-how clinico proprio dello specialista pneumologo".

“Ritardi - conclude la Pergolesi - non più accettabili. È tempo che Ceriscioli faccia un atto di responsabilità: la regione ottemperi ai suoi doveri e si metta in regola con le normative vigenti, per la sicurezza dei cittadini marchigiani e dei tanti operatori sanitari che con la loro professionalità tamponano le carenze gestionali”.


da Romina Pergolesi
Consigliere regionale M5S




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2017 alle 15:29 sul giornale del 21 aprile 2017 - 1276 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, jesi, osimo, broncopneumologia