Italia Nostra: 'Villa San Martino, lottizzazione ne deturpa il valore storico-ambientale'

19/04/2017 - L’area di Villa San Martino,in via Chiaravallese,appartenuta al conte Dittaiuti, è stata venduta nel 2009 come edificabile senza lottizzazione e un iter di progettazione che, con diverse varianti,arriva fino al 2016:ecco oggi i risultati di una lottizzazione che ne deturpa e snatura il valore storico ambientale.

A quanto risulta,sono stati rispettati i limiti di cubatura e le leggi vigenti, ma basta questo a qualificare un progetto edilizio? Dov’è finito quel valore che si chiama bellezza ,armonia ,estetica? L’antica villa ,ricostruita dopo una demolizione già di per sé opinabile,è affiancata oggi da un edificio moderno che la stringe da un lato,togliendole quella doverosa area visiva che attutisca l’impatto tra due stili diversi.

Il progetto edilizio prevede altre costruzioni retrostanti alla villa. Che cosa resterà del parco secolare e del boschetto ceduo dell’area sud? Italia Nostra rispetta le ragioni economiche,purché non siano solo esse a determinare le scelte.

Ritiene quindi che sarebbe opportuno ripristinare la Commissione Edilizia,composta anche di esperti del settore e da associazioni ambientaliste, perché sia consentito anche ai privati cittadini di essere informati su quanto si sta progettando ed essi possano far sentire la loro voce prima che i danni siano fatti







Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2017 alle 09:03 sul giornale del 20 aprile 2017 - 1829 letture

In questo articolo si parla di osimo, italia nostra, italia nostra osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIz5