Crollo ponte sull'A14: la chiusura di un altro ponte vicino a quello crollato mette a rischio un' Azienda

Crollo del cavalcavia in A14 18/04/2017 - Nella giornata di lunedì, i dipendenti di un'azienda che da oltre 40 anni si occupa di frantumazioni, hanno protestato piazzandosi lungo la Direttissima del Conero. Non hanno bloccato il traffico, già rallentato dal giorno di Pasquetta, ma rimostrato contro la chiusura dell'unico ingresso ai mezzi pesanti della loro ditta avvenuto a seguito della tragedia consumata lo scorso 9 marzo con il crollo del ponte sull'A14.

Il  blocco di quest'altro passaggio, ad uso dell'azienda per il transito di mezzi pesanti, avviene dopo l'interdizione della Società Autostrade:  il divieto, di  probabile carattere cautelativo, a causa dell'eccessivo peso stimato dei mezzi.  

La chiusura, che dura da alcune settimane, ha scatenato la reazione, anche per le vie legali, del proprietario dell'azienda. Una prima sentenza dovrebbe arrivare a fine maggio. La convinzione, fra lavoratori e proprietà dell'impresa è che con un controllo dei carichi del ponte, l'infratruttura potrebbe presto esser di nuovo dichiarata carrabile. 





Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2017 alle 18:07 sul giornale del 19 aprile 2017 - 1609 letture

In questo articolo si parla di cronaca, lavoro, ancona, a14, crollo, cavalcavia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIzq