Furti alle slot: i carabinieri di Osimo stroncano una banda di ladri seriali

New Slot, ludopatia - foto ok 12/04/2017 - I Carabinieri di Osimo, nella giornata di sabato, hanno arrestato in flagranza di reato C.I.L.,22enne e P.D.,27enne per furti commessi ai danni degli autolavaggi presenti rispettivamente nelle aree di servizio. L'obbiettivo dei malviventi le slot machine contenute nei punti ristoro.

Nella stessa giornata, per i gravi indizi di colpevolezza ai precedenti furti commessi e in considerazione del concreto pericolo di fuga, i militari hanno proceduto al fermo di P.G. degli stessi C.I.L., P.D , C.I. 37enne e C.T. 30enne .

Si tratta di un gruppo criminale che operava in modo organizzato sul territorio, facendo appostamenti prima dei colpi per studiare bene le vie di accesso e di uscita, calcolando i tempi a loro disposizione per operare indisturbati, colpendo sempre di notte tra le 24.00 e le 3.00, usando per i furti auto rubate, avendo a disposizione luoghi sicuri dove portare il bottino. Il loro modus operandi è sempre stato quello di procurare ingenti danni alle strutture causando, negli innumerevoli colpi messi a segno più di 20mila euro di danni alle strutture.

Nella giornata di martedì il tribinale di Ancona ha a convalidato l’arresto in flagranza di reato operato a carico di C. I. L. e P.D. e convalidava i fermi di P.G. operati a carico di C.I.L., P.D. e C.I. disponendo nei loro confronti la misura dI custodia cautelare in carcere, mentre C.T., pur rimanendo indagato, è stato rimesso in libertà poiché gli elementi indizianti a suo carico non sono stati al momento considerati qualificati dalla gravità necessaria per l’adozione di misure a suo carico.

L’operazione, denominata Money changing machine è nata con lo scopo ben preciso cioè quello di arginare il fenomeno delle dei furti a danno dei locali di slot- machine e colonnine self service di autolavaggi, ad opera di gruppi criminali. I Carabinieri di Osimo, dopo i furti avvenuti ai danni dei locali delle Slot Machine hanno creato alla dipendenza del locale Nucleo Operativo, guidati dal Luogotenente Luciano Almiento, un “gruppo speciale” creato proprio per fronteggiare tale fenomeno che ormai era in continua espansione in tutta la Regione Marche, soprattutto nella Provincia di Ancona ed anche in quelle di Macerata ed Ascoli Piceno.





Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2017 alle 18:34 sul giornale del 13 aprile 2017 - 738 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, carabinieri, new slot, ludopatia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIrH