Mariani (PPO): 'azzerato il valore delle azioni Astea nell'operazione con Centro Marche Acque

1' di lettura 12/01/2017 - Il Presidente Maccioni Alessandro ha rassegnato le proprie dimissioni in Centro Marche Acque. L’ex Presidente, Pd d.o.c. non condivide il progetto dei Sindaci PD di Osimo e Recanati di trasferire Astea Spa in Centro Marche Acque. Tutte le azioni Astea possedute del comune di Osimo saranno conferite come capitale di Centro Marche Acque , ma il valore di Astea subirà una fortissima svalutazione.

Il patrimonio osimano in Astea ha un valore di oltre 32 milioni di euro che trasferito in Centro Marche Acque si ridurrà a poco più di 1 milione. I restanti 31 milioni di euro di capitale degli osimani che fine farà? Stessa sorte per il patrimonio degli altri Comuni soci, Recanati, PortoRecanati, Loreto, Potenza Picena, Montecassiano e Montelupone.

Come per l’ospedale di Osimo, il Pd sta facendo a pezzi una delle più importanti aziende che operano sul territorio. Prima la “svendita” di Astea Energia, venduto il 70% per oltre 20 milioni di euro attraverso una trattativa privata anziché una gara ad evidenza pubblica. Ora il conferimento di tutta l’azienda, Astea Spa, all’interno di una società, Centro Marche Acque con zero dipendenti.

Quali saranno le conseguenze per i dipendenti ,oltre 250, e per tutto l’indotto che oggi produce Astea Spa sul territorio e nei confronti dell’imprenditoria locale?


da Maria Grazia Mariani 
      Capogruppo Gruppo Misto Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2017 alle 17:16 sul giornale del 13 gennaio 2017 - 425 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFob