Dimissioni Orsetti, la Lega Nord Marche ricrda: 'giusti i nostri appunti sull'incompatibilità'

2' di lettura 24/11/2016 - I consiglieri del gruppo regionale della Lega Nord Marche ci avevano visto giusto. Già lo scorso anno avevano sollevato, attraverso un'interrogazione, il problema dell'incompatibilità e dell'inopportunità fra gli incarichi ricoperti presso la Regione Marche dal dirigente Raimondo Orsetti e la sua nomina nel Consiglio di Amministrazione dell'Istituto Campana di Osimo.

L'assessore Moreno Pieroni nella sua risposta in aula, citando leggi, articoli e commi aveva escluso l'incompatibilità sia di diritto che di fatto nonchè situazioni di conflitto di interessi anche potenziale, fugando quindi ogni dubbio, anche se poi lo stesso Orsetti si è attivato chiedendo pareri in merito. Ed ora, a distanza di quasi un anno, abbiamo appreso che l'ANAC si è espressa evidenziando che esiste un conflitto di interessi potenziale tra il ruolo ricoperto in Regione dal Dott.Orsetti e quello al Campana e con ciò ieri sono finalmente arrivate le sue dimissioni da Presidente dell'Istituto.

Gli esponenti del Carroccio si chiedono come la giunta regionale abbia potuto sottovalutare in maniera così grossolana la questione. Come poteva essere garantita una qualunque forma di terzietà se il Servizio regionale diretto dal Dott.Orsetti è uno di quelli che potenzialmente è deputato ad erogare contributi al Campana. Tant'è che nella delibera n.1185 del 3 ottobre 2016, proposta dal Dirigente del Servizio Attività Produttive, Lavoro, Turismo, Cultura e Internazionalizzazione, Dott.Raimondo Orsetti, è previsto un contributo di 350.000,00 euro destinato al recupero e all'adeguamento funzionale di una parte dei locali dell'Istituto Campana.

I consiglieri leghisti auspicano che Ceriscioli non dimostri la stessa superficialità al momento del preannunciato riordino della macchina amministrativa prevista a breve e dia concreta attuazione alle disposizioni introdotte dalla cosiddetta Legge Cantone. Secondo il Carroccio ci sono dirigenti che rivestono incarichi nello stesso settore ormai da anni e anni per il solo fatto che, cambiando qualche parolina nel nome del servizio, sono divenuti “inamovibili” e un esempio è anche il Dott.Orsetti. I consiglieri riflettono anche sul fatto che sembrerebbe inutile presentare interrogazioni tenuto conto delle risposte del tutto inattendibili che vengono fornite e smascherate dall'ANAC. Nella riorganizzazione il Carroccio auspica che si cambi metodo per non trovarsi costretti a chiedere aiuto all'ANAC.


Consiglieri regionali del gruppo Lega Nord,

Sandro Zaffiri - Luigi Zura Puntaroni - Marzia Malaigia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2016 alle 17:08 sul giornale del 25 novembre 2016 - 823 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDS4





logoEV