Liste Civiche: 'buchi di bilancio nascosto da maquillage contabile. Noi lasciammo un tesoretto'

1' di lettura 27/07/2016 - I problemi di riequilibrio di bilancio sono oggettivi. Il Comune ha imposto che nessuno disturbasse in questa ultima settimana l’ufficio ragioneria, tutto intento a mettere a posti i conti per il bilancio da discutere in Consiglio comunale domenica prossima 31 luglio (su cui dobbiamo stendere un velo pietoso).

Abbiamo lasciato un buon tesoretto di risparmio liquidi, soldi per investimenti (tipo i 3 milioni per il by pass di Padiglione) e una decina di opere da realizzare subito. Tutto è stato consumato in un attimo e non si sta facendo nulla per reperire fondi adeguati e necessari alla città.

A parole siamo coperti da milioni di euro che dovrebbero venire da ogni parte del mondo, in realtà il Comune ha uno squilibrio vero (anche se sarà formalisticamente coperto) di 800 mila euro, la Park.o. s.p.a. ha chiuso il bilancio con un passepartout creativo, l’Astea servizi s.r.l. ha un possibile buco (contrasto con i dati del Comune) di circa 100 mila euro, l’Astea s.p.a. ha tenuto solo per le detrazioni fiscali governative, la Asso deve avere l’immobile dal Comune a garanzia (mascherata dal conferimento del bene).

Non è una bella prospettiva e anche i prossimi esperti che sono stati chiamati al capezzale finanziario non promettono scelte eclatanti che possano risolverla e dare ossigeno alle tante attività e servizi sociali che sono stati abbandonati a se stessi o non più effettuati. Noi siamo disposti a collaborare per riassettare il Comune dal punto di vista finanziario e contabile e riportarlo almeno allo stato di floridezza in cui l’abbiamo lasciato. Se il Comune chiama.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2016 alle 10:48 sul giornale del 28 luglio 2016 - 973 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, liste civiche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azCK





logoEV