Giovedì 28 al Campana penultimo appuntamento con Incontri Musicali D'Estate

2' di lettura 27/07/2016 - Giovedì 28 luglio 2016 alle ore 21.30, si terrà presso il Cortile del Palazzo Campana di Osimo, il penultimo concerto della rassegna Incontri Musicali D’Estate, promossa dall’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente e patrocinata dal Comune di Osimo.

Il concerto, intitolato “Pizzichi Fuori dal Tempo”, verrà eseguito dal talentuoso “Chordis Duo” composto da Matilde Oppizzi (chitarra) e Riccardo Lorenzetti (clavicembalo). Matilde Oppizzi ha intrapreso lo studio della chitarra presso il Conservatorio di Pavia, sotto la guida del M° Roberto Pinciroli e ha proseguito gli studi con il M° Maurizio Preda, con il quale ha conseguito il Diploma con il massimo dei voti.

Si è esibita in molte sale da concerto e teatri in Italia e all’estero, sia come solista che in diverse formazioni cameristiche. All’attività concertistica affianca quella dell’insegnamento: oltre a essere titolare della cattedra di chitarra presso il Liceo Musicale di Pavia, ha tenuto corsi e seminari in Scuole e Università degli Stati Uniti.

Riccardo Lorenzetti si è diplomato in Pianoforte e Direzione Corale presso il Conservatorio di Perugia e in Organo, Clavicembalo e Composizione al Conservatorio di Pesaro. Ha diretto molte orchestre, ensemble da camera e cori, tra gli altri: Mannheimer ensemble, Orchestra Sinfonica G. Rossini, F.O.R.M. (Orchestra Filarmonica Marchigiana), O.G.C. (Orchestra Giovanile di Castelfidardo), Corale “A. Borroni”, Chitarmonìa, Gaudio Antico, Spirti Beati e Crypta Canonicorum.

È attualmente docente di Musica da Camera presso il Coservatorio di Novara, di Coro al Conservatorio di Pavia e Canto Rinascimentale e Barocco all’Accademia Internazionale d’Arte lirica di Osimo. Il programma dell’appuntamento osimano è costituito da brani di autori che spazieranno dal settecentesco L. Boccherini fino ad arrivare a Manuel de Falla, attivo nella prima metà del novecento.

Tutti i brani scelti servono a mostrare che i due strumenti, apparentemente così diversi tra loro, riescono a creare nel loro fondersi un’originale amalgama sonora. La morbidezza espressiva della chitarra si lega all’agile brillantezza del clavicembalo, regalando all’ascoltatore una suggestiva varietà di colori e sfumature.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2016 alle 18:27 sul giornale del 28 luglio 2016 - 604 letture

In questo articolo si parla di osimo, spettacoli, Istituto Campana di Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azEv





logoEV