Castelfidardo: ruba identità, apre un conto corrente e acquista un cellulare. Denunciato

carabinieri generico 1' di lettura 04/07/2016 - Nella mattinata lunedì, i carabinieri di Castelfidardo, hanno denunciato in stato di libertà per i reati di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico; uso di atto falso, sostituzione di persona e falsa attestazione a pubblico ufficiale, P.R., veneziano 33enne, residente ad Ancona, pregiudicato.

L’indagato, tra il febbraio e l’ottobre 2015, utilizzando una patente di guida ed un tesserino sanitario contraffatti con l’identità autentica di un giovane 31enne di Castelfidardo, ha aperto due conti correnti presso la B.C.C. di Recanati e Colmurano richiedendo un dispositivo di firma elettronica, ed attivando un cellulare presso un negozio di Jesi.

I due documenti contraffatti sono stati rinvenuti il 15 dicembre 2015 a Gubbio , dove lo stesso indagato era stato arrestato 12 giorni prima , insieme ad altri due soggetti dell’anconetano, con l'accusa di estorsione.






Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2016 alle 15:08 sul giornale del 05 luglio 2016 - 1259 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayO5





logoEV