Sabato 25 al Campana, presentazione del volume 'Biblioteche scomparse' di Monica Bocchetta

2' di lettura 21/06/2016 - Sabato 25 giugno 2016 alle ore 17.30 presso la Biblioteca Storica di Palazzo Campana di Osimo si terrà la presentazione del volume “Biblioteche scomparse. Le librerie claustrali degli eremiti del Beato Pietro da Pisa. Ricostruzione storico-bibliografica” di Monica Bocchetta, edito da Editoriale Documenta.

Oltre all’autrice interverranno la prof.ssa Rosa Marisa Borraccini dell’Università degli Studi di Macerata e la dott.ssa Flavia Bruni della Università “La Sapienza” di Roma. Fu all’ombra dei chiostri, nel chiuso delle biblioteche monastiche e conventuali che, nel corso dell’ancien régime, le congregazioni religiose gestirono raccolte librarie divenute frequentate mete di dotti e letterati del tempo.

Un patrimonio misconosciuto, andato disperso, fin dalla seconda metà del XVIII secolo, con la soppressione delle congregazioni, e di cui il volume offre un contributo alla ricostruzione, presentando una indagine delle biblioteche di un ordine religioso poco noto e oggi estinto: gli Eremiti del beato Pietro da Pisa, dalle origine trecentesche alla soppressione del 1933.

Tra le biblioteche degli eremiti del Beatro Pietro da Pisa figura anche quella del convento di Santa Maria Maddalena a Padova, da cui proviene l’esemplare oggi conservato nella Biblioteca Storica di Palazzo Campana. Si tratta di un Messale Romanum manoscritto del XV sec. pervenuto a Osimo per tramite del padovano Agostino Molin (dal 1821 docente presso il Seminario e Collegio Campana) che verosimilmente lo acquistò in terra veneta, giunto sul mercato antiquario nel 1772 durante l’allontanamento degli Eremiti da Padova. Il Messale manoscritto miniato, scelto come immagine di copertina del volume, sarà visionabile dal pubblico.

La presentazione del volume sarà occasione anche per discutere dei possibili percorsi di ricerca che i volumi della Biblioteca storica di Palazzo Campana possono suggerire. Indagini che necessitano di un intervento catalografico che l’Istituto Campana intende avviare a breve affinché l’intero patrimonio sia reso disponibile per sottrarre la Biblioteca storica dalla dimensione puramente conservativa e consentirle di divenire, invece, interlocutrice attiva su più fronti di ricerca e restituendola alla città come parte integrante della sua memoria. L’ingresso è libero.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2016 alle 17:37 sul giornale del 22 giugno 2016 - 479 letture

In questo articolo si parla di osimo, spettacoli, Istituto Campana di Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aynI