Raccolta fondi on-line per la Lega Del Filo D'Oro, ma erano pirati informatici dell'est Europa

1' di lettura 01/06/2016 - La polizia di Osimo ha bloccato immediatamente un tentativo di truffa perpetrato ai danni della Lega del Filo d’Oro di Osimo. Nel corso dei consueti monitoraggi di alcuni siti web specializzati in vendita e aste online di oggetti vari e materiale informatico, gli agenti hanno individuato un noto portale specializzato, in cui erano stati messi all’asta, tra l’altro, sette PC portatili di ultima generazione il cui ricavato risultava apparentemente destinato per beneficenza alla nota Onlus osimana.

Dopo aver constatato che La Lega del Filo d’Oro era all’oscuro di tutto, gli inquirienti hanno accertato l’utilizzo abusivo di alcuni account dell’ente morale, avvenuto attraverso l’intromissione nel sito. I pirati informatici, si sono così spacciatio per La Lega del Filo d’Oro ingannando la sicurezza dei siti specializzati in aste online, riuscendo a proporre raccolte di fondi, i cui proventi sarebbero però confluiti sui loro conti correnti.

Gli agenti hanno congelato tutti i conti correnti sospetti ed evitando così che ignari utenti, italiani e stranieri, convinti di elargire fondi a scopo benefico venissero invece raggirati. L’analisi dei dati telematici ha permesso poi di appurare il coinvolgimento di un’organizzazione dei paesi dell’est Europa, operante anche in Italia, specializzata in reati informatici ai danni delle più note Onlus internazionali, approfittando della generosità di utenti sensibili alle cause sociali.






Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2016 alle 16:14 sul giornale del 03 giugno 2016 - 625 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axDM





logoEV