Loreto: il Made in Italy in un convegno all''Einstein Nebbia'

3' di lettura 18/05/2016 - Lunedì all’Istituto Alberghiero di Loreto si è tenuto il Convegno “Made in Italy” nell’ambito del progetto “Made in Italy, un modello educativo”, voluto dal Minstero della Pubblica Istruzione, al quale partecipano come capofila l’Istituto Alberghiero “Nebbia Einstein” e come partner l’Istituto Agrario “Salvati Pieralisi” di Jesi, l’Istituto comprensivo “Solari” di Loreto e L’ENFAP Marche.

Il progetto ha la forte finalità educativa di introdurre nei giovani e nelle famiglie i principi dell’alimentazione sana attraverso la riscoperta del prodotto artigianale del territorio, lo studio della tradizione e la ricerca delle buone pratiche alimentari, prediligendo il km0.

Sono stati individuati 5 ambiti di valorizzazione, chiamati le 5 T: Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità. Il primo step di lavoro è consistito proprio nel convegno, tenutosi in data 17 Maggio 2016, al quale hanno partecipato personalità di spicco nell’ambito enogastronomico, sia per quanto riguarda lo studio, la valorizzazione, il marketing e l’aspetto nutrizionale: moderati dal DS. dott. Gabriele Torquati, il progetto è stato illustrato per sommi capi dal dott. Elio Carfagna, presidente dell’ENFAP, a seguire il dott. Tommaso Lucchetti, insigne storico della cultura gastronomica e dell’arte conviviale, ha trattato della sana alimentazione fin dalle antiche tradizioni marchigiane; dello stesso tema, seppur riportato in ambito più attuale, ha parlato il prof. Angelo Serri di Tipicità.

Dall’escursus storico tipicamente marchigiano e italiano si è passati al punto di vista con il quale gli stranieri e in particolar modo gli americani ci vedono, secondo uno studio condotto dalla dott. Dafne Perticarini intitolato “Red in Italy - Il made in Italy nella prospettiva internazionale”.

Scopo principale del progetto è però, nella pratica, quello di sensibilizzare i ragazzi all’educazione nella scelta dei prodotti da cucinare e da mangiare, seguendo uno stile di vita dettato dalla dieta mediterranea: di questo ha trattato l’intervento della dott. Chiara Bartolini, nutrizionista.

Al termine del Convegno gli invitati, adulti e ragazzi, sono stati accompagnati nel ristorante dell’Istituto Alberghiero dagli allievi di accoglienza turistica delle prof. Bucci e Tavianini, dove li attendevano i ragazzi di sala, guidati dal prof. Cesare Lapadula, i quali hanno servito un ottimo pranzo, cucinato dagli allievi di cucina dello chef Walter Borsini.

Il menù ha previsto l’utilizzo di prodotti coltivati dagli studenti dell’IPSAA Salvati di Jesi e si è articolato nelle seguenti portate: pasta lorda di frumento Bologna con ceci, zucchine e carote, polenta di mais ottofile con bocconcini del cortile e fave, variretà di crostate con confettura di kiwi, di mele e di ricotta e cioccolato, il tutto accompagnato da vini locali e per concludere un Grog all’orzo mondo al profumo di vaniglia e anice stellato.

Grande la soddisfazione di tutti i partecipanti. Seguirà un altro seminario nel quale saranno coinvolte anche le famiglie degli studenti e soprattutto un evento finale consistente in una rievocazione storica del “Made in Itlay e oltre”, che si terrà ad Ottobre, durante il quale sarà allestito un banchetto tipico dell’epoca ottocentesca con ballo in costume.


da Istituto Alberghiero Loreto Einstein Nebbia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2016 alle 18:07 sul giornale del 19 maggio 2016 - 1207 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, loreto, istituto alberghiero, einstein Nebbia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aw6o





logoEV