Rubano carte ed assegni dall'auto e prelevano 1000 euro. Truffato agricoltore osimano

1' di lettura 21/09/2015 - La polizia di Osimo ha denunciato il responsabile di prelievi fraudolenti per un valore di oltre 1.000 euro effettuati con carte bancomat e postamat, rubate ad un osimano che le teneva in un borsello custodito all’interno della propria autovettura parcheggiata lungo la via Striscioni di Osimo.

Nel corso del furto, perpetrato il mese scorso, i ladri si sono impossessati anche di numerosi assegni bancari, telefoni cellulari, documenti di identità e vari effetti personali, lasciati a bordo di un’autovettura utilitaria, abilmente scassinata, di proprietà di un agricoltore osimano.

A seguito della denuncia presentata presso Il Commissariato di Polizia di Osimo, gli agenti dell’ufficio anticrimine hanno dapprima acquisito le immagini relative ai vari prelievi effettuati presso determinati bancomat pertinenti filiali di Banche e Poste ubicate nel circondario, poi hanno esperito minuziose indagini, ricerche e confronti con fotosegnaltiche di individui, particolarmente dediti a furti su auto in sosta.

Dalla comparazione delle foto gli agenti hanno identificato inequivocabilmente l’identità di un 23enne, pregiudicato per reati contro il patrimonio, attualmente detenuto ai domiciliari a Jesi, in seguito al recente arresto eseguito dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Urbino, perché ritenuto responsabile di aver perpetrato reati analoghi.






Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2015 alle 17:58 sul giornale del 22 settembre 2015 - 721 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoml





logoEV