Castelfidardo: venerdì alla cantina Garofoli la performance-art di Andrea Pompei

2' di lettura 09/09/2015 - Dall'Idea-progetto di Amneris Ulderigi, venerdì 11 settembre alle ore 21, presso la Cantina Garofoli di Villa Musone - Castelfidardo, prenderà vita la performance-art intorno all'artista recanatese Andrea Pompei, che metterà in mostra le sue creazioni: fotografie e sculture ”Legni di mare”.

Il mare ha permesso la vita e sulla riva del mare è scritta la storia della vita che si rinnova continuamente. Il mare si apre, si chiude...prende, cancella, restituisce... in moto perpetuo. Il fascino delle cose ammucchiate a caso sulla spiaggia da onde impermanenti, insieme al principio del recupero di materiale apparentemente inutilizzabile, danno alle sculture “Legni di mare” valore artistico ed esistenziale...fanno il viaggio di Andrea Pompei.

Andrea Pompei ama vagare sulla spiaggia, discarica spontanea del mare, alla ricerca di scarti che il mare rifiuta nei suoi momenti di umore tempestoso, li raccoglie come segmenti di vita altrui, nel contesto intimo li riflette, li pensa con il filtro della sua sensibilità e poi li realizza in oggetti pieni di memoria, di stupore emotivo, di originalità oltre i confini del design.

Il suo laboratorio, è una vera e propria stanza delle meraviglie e ogni sua opera é un invito ad abbandonare la realtà per come appare, per come sembra di conoscerla, per viaggiarla nella fantasia, in altre realtà desiderio.

Andrea, non si sente artista, ma secondo me, ha una sensazione individuale, “un quid” speciale che lo rende artigiano potenziato, ispirato...un vero artista! Non solo pesci, animali... cose di mare Andrea sa confezionare come magie che incantano!

Anche le sue fotografie in bianco e nero regalano bellezza allo sguardo e il senso del passato che si illumina nel ricordo. Tutto il creativo di Andrea emerge dall'immaginazione come corrispettivo visionario e simbolico della sua interiorità vissuta e magari sofferta.

Non nasce come “arte studiata”, ma come espressione spontanea della sua sensibilità emozionale che meraviglia. Ed é la meraviglia che significa lo straordinario, l’inaspettato, a rendere maggiormente interessanti le creazioni artistiche, che rappresentano il suo viaggio interiore alla ricerca di una visione all'infinito, sulla soglia del silenzio... alla ricerca di un “altrove” seducente che si configura come lo spazio aperto del mare, metafora della libertà.

Partecipano alla performance-art, gli artisti:

Susanna Ricci-suoni armonici

Giorgia e Camilla Perugini-figurazioni danzate

Maria Maiolati-suggestioni in colore

Loriana Tittarelli- stone balance

Alessandra Tamburrini, Simona Benigni, Massimo Cicconi - suggestioni musicali


da Casa Vinicola Gioacchino Garofoli 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2015 alle 17:32 sul giornale del 10 settembre 2015 - 428 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anWh





logoEV