Pd: 'le Liste Civiche facciano opposizione in Sala Gialla senza disturbare i consigli di quartiere'

2' di lettura 04/09/2015 - Come gruppo consiliare pensiamo che il rispetto dei cittadini parta dal rispetto del proprio ruolo istituzionale per cui si è stati votati e cerchiamo di svolgerlo nel migliore dei modi proseguendo legittimamente i lavori in sede di Consiglio Comunale e non in altre sedi.

Ricordiamo ai consiglieri comunali delle Liste Civiche, che continuano a venire nei Consigli di Quartiere a fare comizi e opposizione politica, che il luogo deputato a questo è la Sala Gialla durante le sedute del Consiglio Comunale, dove loro non si presentano più ormai da parecchi mesi.

Infatti assistiamo sempre più frequentemente ad interventi politici dei consiglieri comunali di opposizione che tolgono spazio ai cittadini in quello che dovrebbe essere un luogo di confronto con l’amministrazione comunale che può attingere alle richieste ed alle sollecitazioni per intervenire sui temi di maggior interesse e sui problemi delle varie zone della città.

Invece continuiamo ad assistere a sceneggiate irrispettose verso i cittadini, che si vedono costretti a rimproverare i consiglieri delle Liste Civiche, come accaduto l’altra sera a Campocavallo, in quanto, questi ultimi, per polemizzare politicamente tolgono quello spazio, indispensabile alla cittadinanza, per ricevere informazioni, fare proposte o interloquire con l’amministrazione delle varie problematiche.

Da parte nostra invitiamo ancora una volta i colleghi consiglieri a presentarsi in Sala Gialla, per dibattere politicamente sulle questioni poste da questa amministrazione, legittimamente in carica, come dice anche l’ordinanza del Consiglio di Stato, che ha sospeso l’esecutività della sentenza del Tar Marche ricordando “che nella valutazione comparativa tra gli interessi in conflitto riveste valenza preminente quello pubblico alla continuità dell’amministrazione dell’Ente” legittimando, quindi, il Sindaco e la Giunta nel proseguimento dell'attività di governo della macchina comunale, nell’interesse dei cittadini, riservandosi di approfondire e giudicare nel merito la sentenza del Tar delle Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2015 alle 11:13 sul giornale del 05 settembre 2015 - 817 letture

In questo articolo si parla di politica, gruppo consiliare pd osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anMV





logoEV