Liste Civiche: 'su San Biagio è Pugnaloni a sbagliare. Replichiamo punto per punto'

3' di lettura 19/08/2015 - Replica alle dichiarazioni odierne di Pugnaloni: 1) golfo via d'Ancona San Biagio: Pugnaloni dovrà rileggersi i consigli di quartiere del 2011 - 2013 circa la condivisione dell'opera, rileggersi (a voce alta per tutti) la proposta di bilancio 2014 dell'amministrazione Simoncini a proposito della somma di 80 mila euro destinata per la realizzazione dell'opera;

dovrà poi mostrare (senza incenerirlo) il progetto di fattibilità dell'opera, redatto da Vagnozzi prima del giugno 2014 e dovrà prendere atto che tutti i contatti con la provincia e la Conerobus sono stati seguiti dell'assessore Francioni.

2) fontanella a San Biagio: le fontanelle pubbliche rappresentano un progetto avviato dalla precedente amministrazione che prevedeva l'installazione in ogni frazione. Dopo quelle collocate davanti al maxi parcheggio e ad Osimo Stazione, era in programma anche a San Biagio. Bugia respinta con i fatti.

Per la frazione di San Biagio, tra le altre cose, abbiamo realizzato: la nuova scuola, il nuovo asilo nido, il centro medico, le aree verdi attrezzate, la pista di pattinaggio, il rifacimento per due volte di tutti gli asfalti delle strade, la risistemazione della scuola materna, il nuovo tracciato di via Sbrozzola (per metà), l'area destinata all'ampliamento del campo sportivo, il campo sportivo, lo spogliatoio, le luci, il parcheggio del cimitero e la sistemazione ed ampliamento dello stesso, la depolverizzazione delle strade ancora non asfaltate, la rete gas completata. Basta? Perché la lista è ancora lunga, siamo ad un terzo delle opere compiute a San Biagio, tutte perfettamente funzionanti e non lasciate a metà come i condizionatori dell'ospedale.

3) sala del commiato: l'intervento doveva prevedere il passaggio in consiglio di quartiere. Mai avvenuto. E il rispetto della delibera di indirizzo del consiglio comunale. Mai rispettata. Non solo, la disparità di trattamento di Pugnaloni è evidente, perché ancora deve rispondere per iscritto ad altre imprese funebri a proposito delle richieste di ubicare una sala del commiato in Osimo. Favoritismo? Inoltre nel provvedimento del permesso a costruire della sala del commiato non risulta la prescrizione dell'asfaltatura di strade di San Biagio come si può vedere dall'atto che alleghiamo. Bugiardo.

4) Nel caso di Passatempo (Pugnaloni probabilmente si riferisce a Calamante - Sielpa) il ristoro è stato determinato nella realizzazione della nuova scuola media (fatta), oltre che della sistemazione di via Cola (fatta) e dell'assunzione di 8 lavoratori (fatte). Bugia respinta con i fatti. Come già precisato in altre occasioni a proposito dei debiti della Calamante Sielpa con l'Astea Energia s.p.a., ribadiamo che sono state seguite le procedure adottate per le altre (7) aziende in crisi dislocate su tutti i comuni di Astea s.p.a..

Pugnaloni chieda (tra gli altri) a Fiordomo se l'azienda di Recanati che si trovava nella stessa situazione di quella di Osimo ha avuto lo stesso trattamento per quanto riguarda la rateizzazione del debito (per scongiurare la chiusura e mandare così a casa 70 persone). Comunque finché la Calamante Sielpa è restata in attività ha onorato tutti i debiti (peraltro garantiti).Se necessario pubblicheremo l'accordo di rateizzazione, a costo di violare la privacy;

5) ancora San Biagio per la sede della scuola media: la scuola media è stata decisa e avviata dall'amministrazione Simoncini, con l'accordo del consiglio di quartiere e del Dirigente scolastico con tanto di progetto preliminare per l'ampliamento dell'intera struttura scolastica Arcobaleno (realizzata, come detto, dalle amministrazioni delle liste civiche). Il primo anno della scuola media è partito con l'anno scolastico 2014/2015, quando cioè era già Pugnaloni sindaco.

Pugnaloni ricatta la popolazione di San Biagio per fare l'ampliamento con la pretesa assurda delle firme, (il famoso patto generazionale)ignorando le minime regole per quanto riguarda l'iscrizione scolastica (la dottoressa Magi non ha erudito a sufficienza Pugnaloni) e ciò al solo fine di bloccare l'ampliamento. Bugie contestate con i fatti. In sintesi, come si direbbe meglio in dialetto: "hai voglia a correre".


da Coordinatori Lista Civica Il Faro di Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-08-2015 alle 18:42 sul giornale del 20 agosto 2015 - 583 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anju





logoEV