Liste Civiche: 'sulla scuola Fornace Fagioli si doveva e poteva fare molto di più'

2' di lettura 26/07/2015 - Il coordinamento Presenti Pugnaloni, Magi, Migliozzi, Vagnozzi Natalucci all'incontro con i 120 genitori della scuola Fornace Fagioli per comunicare che in un anno non sono riusciti a dare una risposta che non preveda la commistione per almeno l'anno scolastico futuro dei bambini fino a 11 anni con quelli delle scuole superiori. Un fallimento totale. Non ci si venga a dire che non si poteva fare diversamente, perché non è vero.

Non si è voluto fare diversamente, perché non ci si è impegnati. Fino al maggio scorso le risposte del Comune erano che al problema del trasferimento della scuola Fornace Fagioli ci avrebbero pensato altri. Poi, pressati dalle denunce e dai soldi della Regione (Latini) sono stati costretti per forza ad avviare il progetto di realizzazione delle opere e quindi a trovare una nuova sistemazione alle classi della struttura scolastica.

Non hanno fatto altro che pensare a scaricare il problema sulla prima scuola che presentava un minimo di spazio, non importa se di altro ordine e grado e con altri profili di servizi e di problemi. Improvvisare per risolvere il problema a pelo d'acqua, senza ragionare in maniera approfondita della questione e sforzarsi di reperire soluzioni più adeguate, visto che ve ne potevano essere. Non solo, sono stati fatti sopralluoghi e si è deciso in casa di altri (Corridoni-Campana) senza neanche attendere la presenza del Dirigente.

Ora è tutto un taglia e cuci rabberciato e superficiale con spacchettamento in plessi diversi e una sistemazione improvvisata in promiscuità con gli spazi dedicati alla scuola media superiore. Numerose le telefonate ricevute ieri da genitori che si sono sfogati per la faciloneria che hanno riscontrato nell'affrontare il problema.

Si poteva fare diversamente? Sì e molto. Una divisione da evitare, una ubicazione da individuare con età scolare simile, un trasferimento da organizzare logisticamente con meno impatto e sopratutto una organizzazione dei lavori puntuale specifica e riferita allo stretto periodo necessario. Ma di cosa vogliamo parlare se Pugnaloni dice che l'opera si concluderà in 90 giorni, subito corretto da Vagnozzi che rettifica in 9 mesi: la stessa cosa?!


da Coordinatori Lista Civica Il Faro di Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2015 alle 18:13 sul giornale del 27 luglio 2015 - 262 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amto





logoEV