Minaccia di morte moglie e figli e semina il panico al pronto soccorso. Arrestato

Carabinieri 2' di lettura 21/05/2015 - Nella notte fra mercoledì e gioivedì i carabinieri di Osimo hanno arrestato in flagranza di reato un elpidiense di 47 anni, pluripregiudicato, residente in città, per violenza e minaccia a pubblico ufficiale, nonché per resistenza e oltraggio.

L'arresto, dopo la telefonata alle forze dell'ordine della convivente 47enne, nella quale hab doichiarato di esser stata maltrattata, malmenata e buttata fuori di casa assieme ai 4 figli minorenni, rispettivamente di 13, 12, 9 e 7 anni. La donna, per sfuggire alla furia del compagno, si è chiusa in auto con i figli. Scena che puntualmente i militari si sono trova innanzi all'arrivo in via Orti Traiani, dove si trova l'abitazione della famiglia.

Dal racconto della signora è emerso come l'uomo, completamente ubriaco, avesse minacciato di uccidere lei e i figli, prima di cacciarli di casa. I militari hanno fatto irruzione nell'appartamento, trovando l'uomo agitato, completamente ubriaco, ed alterato.

La reazione dell'energumeno è stata di quella di minacciare pesantemente i militari, tentanto d ingaggiarli in una colluttazione. Chiamati i sanitari del 118, i carabinieri sono riusciti a trasportare l'indvidiuo al Pronto Soccorso dove l'arrestato è andato ancora in escandescenza, rifiutando qualsiasi tipo di trattamento farmacologico, continuando a gridare e a minacciare sia il personale medico che i carabinieri

Dopo alcuni tentativi, il forsennato è stato ridotto alla ragione, sedato e portato in caserma , permettendo alla convivente e ai loro figli di poter rientrare in casa. Al termine della formalità di rito, l'uomo è stato dichiarato in stato di arresto, la cui convalida, dal parte del Tribunale di Ancona, è arrivata nella tarda mattinata di mercoledì , assieme all’immediata remissione del soggetto in libertà e il rinvio rinvio dell’udienza al prossimo 7 luglio. La situazione, particolarmente delicata, è stata segnalata alla Procura dei minori di Ancona ed al Servizio di Assistenza Sociale per la tutela dei bambini






Questo è un articolo pubblicato il 21-05-2015 alle 15:27 sul giornale del 22 maggio 2015 - 756 letture

In questo articolo si parla di carabinieri, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajJK





logoEV