Latini (Civiche): 'bagni pubblici chiusi o in degrado in centro. Silenzio della giunta'

Dino Latini 1' di lettura 09/05/2015 - I bagni pubblici del centro chiusi da mesi sono una indecenza. Nessuna associazione che difende i commercianti ha fatto sentire la sua voce in proposito, pur essendo l'elementare servizio, componente fondamentale della voce accoglienza turistica.

I gestori del bar di fronte al Comune sono un pò stanchi di mettere a disposizione per tutti, i propri bagni e molti cittadini hanno iniziato a protestare. Si spendono soldi (oltre 7 mila euro) per meri progetti di fattibilità di riqualificazione (ancora! non bastano quelli già depositati?) del centro storico e non si riesce a far compiere la manutenzione straordinaria dei bagni del loggiato comunale.

E' evidente che parlare e pontificare è una opera meritevole che solleva di molto gli animi di chi legge, mentre essere più terra terra e concreti per risolvere questioni di poco impatto economico ma sentite come necessarie da tutti, occorre un ingegno particolare, che all'orizzonte del Comune di Osimo, sembra non ci sia. I bagni pubblici del centro sono stati rifatti nel 2000 e 2004 e da allora, di giorno, sono stati sempre aperti.

Ora, dopo la sparata ad effetto dell'agosto scorso (circa la tinteggiantura fatta apparire come un'opera colossale), il Comune (e non solo) ha messo nel dimenticaoio ogni intervento di riapertura dei bagni delle logge, come pure la fantastica promessa di bagni nuovi a Piazza Nuova sembra rimanere tale. Dovessero ancora prolungarsi i tempi di sistemazione della manutenzione si consiglia di prendere bagni chimici per soddisfare in via temporanea le necessità di cittadini e turisti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2015 alle 01:50 sul giornale del 09 maggio 2015 - 397 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajag





logoEV