Basket: la Robur manca di un soffio la quinta vittoria nella trasferta di Perugia, 59-57

3' di lettura 03/11/2014 - Robur vittoria sfumata di un soffio. I ragazzi di coach Francioni non riescono a raccogliere la quinta vittoria consecutiva al cospetto di una Liomatic Perugia mai doma che ha confermato di essere un avversario assai tosto.

Nel primo quarto avvio decisamente migliore dei padroni di casa mentre i roburini partono con il freno a mano tirato. La Liomatic riesce a perforare la difesa osimana mentre la Robur fa una notevole fatica a trovare la via del canestro. Alla fine del periodo il tabellone recita 20-6 per i padroni di casa. Le premesse fanno presagire a una partita di sofferenza ma proprio in momenti come questi i ragazzi di coach Francioni tirano fuori la grinta e la rabbia che era mancata.

Non a caso nella seconda frazione la Robur da il via ad una bella rimonta che la porta ad agganciare Perugia sul 27-27, prima che Marsili, a fil di sirena, trovi il canestro del +2 che chiude il periodo. Al rientro dalla pausa lunga le due compagini danno vita ad un terzo quarto intenso e sul filo dell'equilibrio che si chiude sul 44-44. Ultima frazione thrilling. La Robur arriva al massimo vantaggio della serata sul 52-57 con la tripla di Bakovic quando mancano 3'49'' da giocare.

I roburini vanificano alcune ghiotte occasioni per chiudere definitivamente la partita e Perugia non si fa pregare. Prima Righetti trova la tripla del -2, poi Quaglia sbaglia la tripla e i liberi del possibile nuovo vantaggio roburino mentre Marsili negli ultimi secondi piazza i due canestri decisivi che completano la rimonta della Liomatic e fissano il punteggio sul 59-57.

"Sapevamo che Perugia fosse un campo assai difficile e non a caso avevo ammonito i ragazzi di stare attenti - esordisce coach Francesco Francioni - Tuttavia abbiamo approcciato male l'inizio della gara. Siamo partiti troppo molli e poco concentrati mentre i nostri avversari ci hanno subito aggrediti e nel primo quarto siamo andati in difficoltà. Di questo mi assumo le mie responsabilità vista la partenza non ottimale dei ragazzi. Poi abbiamo avuto una bella reazione e siamo riusciti a rimettere in carreggiata la sfida. Nel finale invece abbiamo gestito male la partita e abbiamo giocato solo sulle individualità di alcuni, non giocando di squadra come abbiamo fatto finora.

Le partite si vincono in dieci, non siamo riusciti a coinvolgere maggiormente nell'azione offensiva tutti i nostri effettivi e anche di questo mi assumo le mie responsabilità. Comunque non è il caso di dare colpe ai singoli per qualche giocata sbagliata, quello che mi sento di dire è che dobbiamo giocare sempre con il massimo dell'umiltà lottando su ogni pallone, senza presunzione, perchè questo è un campionato assai difficile. Adesso riprendiamo ad allenarci testa bassa come sempre - conclude Francioni - per riprendere il nostro cammino."

LIOMATIC PERUGIA - ROBUR OSIMO 59-57 (20-6, 9-21, 15-17, 15-13)

LIOMATIC PERUGIA: Monacelli 9, Gagliardoni 2, Righetti 9, Marsili 20, Mariani 17, Ciofetta, Palmerini, Cipriani 2, Provvidenza, Cervini ne All. Monacelli

ROBUR OSIMO: Cardellini 9, Cardinali 2, David 3, Bakovic 14, Piloni 2, Quaglia 15, Cunico, Svoboda 10, Carancini ne, Redolf 2 All. Francioni

Arbitri: Bertuccioli Nicolò di Pesaro e Bartolini Luca di Fano (PU).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2014 alle 12:20 sul giornale del 04 novembre 2014 - 361 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, osimo, robur basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaWx





logoEV