Morosi Astea: arrivano le rateizzazioni

2' di lettura 28/10/2014 - Alla fine sono arrivate le rateizzazioni per i clienti morosi di Astea. Il piano è stato illustrato nella sede di Via del Guazzatore alla presenza del sindaci di Osimo Simone Pugnaloni, di Recanati Francesco Fiordomo e di Montecassiano Leonardo Catena. Assieme a loro c'erano l'Ad di Astea Energia Fabrizio Micozzi e il suo Presidente Olga Frenquelli. Presenti anche gli assessori Katia Acciarresi e Alex Andreoli.

In pratica è stata fotografata la situazione delle bollette inevase al 31 luglio 2014 dando la possibilità di pagare in 5 rate per debiti fino a 1500 euro e in 7 rate per debiti superiori a questa cifra. Questo per le famiglie. Per imprese e partite iva la logica è la medesima ma la cifra di riferimento sale a 15 mila euro. In queste settimane Astea contatterà telefonicamente i soggetti interessati (si parla di 500 famiglie in gran parte residenti a Osimo), per invitarli a concordare un piano di rientro. Allo scopo è stato anche istituito un apposito front office.

Discorso a parte quello delle società sportive, onlus e volontariato sociale. Per questi soggetti la società municipalizzata sta studiando soluzioni defiscalizzazione che, ricorda il sindaco di Osimo Pugnaloni "potrebbero garantire risparmi fino al 30%".

Secondo l'Ad di Astea Energia "le posizioni morose sono state favorite dalla totale mancanza di solleciti nel 2014. Con questa operazione intendiamo sanare i rapporti ancora in essere fra utenti attivi e aziende. Diversa la situazione di soggetti che hanno cessato il rapporto con noi e i cui debiti sono già iun mano ai legali. Deve esser comunque chiaro che questa soluzione è del tutto eccezionale".

"La nostra volontà - riucorda il sindaco di Recanati Fiordomo - è di lanciare un preciso messaggio: le bollette si pagano ed è solo la particolare congiuntura nella quale ci troviamo che ci induge a scelte alle quali altrimenti non avremmo pensato. Astea è e rimane soggetto pubblico impegnato sul mercato. Un concetto che non vorremmo perdere di vista".






Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2014 alle 22:39 sul giornale del 29 ottobre 2014 - 573 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaII





logoEV