Liste d'attesa: Rsu, siglato l'accordo in Area Vasta 2

sanità 08/08/2014 - Nell’ambito degli impegni spettanti alle Aree Vaste ed ai relativi ambiti di contrattazione decentrata di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 149 del 17/02/2014, il 06/08/2014 concluso in Area Vasta 2 un importante accordo tarato sul soddisfacimento dei bisogni dei cittadini.

Di fronte alle previsioni della predetta D.G.R. n. 149/2014 di rafforzare e rendere più efficaci le relazioni sindacali ed il confronto favorendo un adeguato e sostanziale decentramento della trattazione di materie in Area Vasta, in Area Vasta 2 è stato avviato formalmente il confronto per valutare periodicamente l’andamento del fenomeno del contenimento delle liste d’attesa, ovvero per predisporre eventuali azioni di correttive.

Condiviso l’obiettivo di promuovere una trasformazione del sistema, per adeguare la produzione di Area Vasta 2 in funzione dei bisogni espressi dalla popolazione, in coerenza con l’organizzazione istituzionale dei servizi, ovvero per soddisfare realmente le esigenze dei cittadini e la loro domanda di salute.

L’accordo sottoscritto prevede i seguenti impegni:

Il tetto delle prestazioni rese a pagamento in libera professione non potrà superare il numero delle prestazioni rese in regime pubblico di S.S.N.;

I tempi di attesa delle attività svolte in regime pubblico di S.S.N. non potranno essere superiori a quelli delle attività svolte a pagamento in libera professione;

Monitorare il fenomeno dell’onorario richiesto dal professionista dirigente medico espletante la libera professione, al fine di uniformare i compensi dei professionisti dell’Area Vasta 2 coinvolti nelle attività della libera professione, e soprattutto per non gravare sulle tasche dei cittadini.

Sempre nel rispetto della predetta D.G.R. n. 149/2014 stabilito altresì dalle parti di avviare contestuale confronto sulle politiche occupazionali e relativa pianificazione e programmazione sui livelli delle dotazioni organiche delle Strutture conseguenti al piano di riordino delle reti cliniche, al fine di addivenire ad adeguati livelli di attività istituzionale che reggano strutturalmente i predetti impegni.

Confermati ad Agosto 2014, nelle Buste Paga dei dipendenti del Comparto dell'Area Vasta 2, alcuni incentivi di cui alle pendenze economiche pregresse legate alla Produttività anno 2013 per complessivi circa 600 mila euro.

La R.S.U. dell’Area Vasta 2





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2014 alle 20:32 sul giornale del 09 agosto 2014 - 364 letture

In questo articolo si parla di attualità, rsu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8nS


INCENTIVI ALLA PRODUTTIVITà??? ma un attimo, questa affermazione certifica che il servizio al cittadino viene espletato solo in funzione di riconoscimenti economici extra contratto??? ma stiamo veramente scherzando? un dipendente pubblico , come uno privato, percepiscono uno stipendio per effettuare una prestazione, nel caso delle visite specialistiche per altro molto contingentate, questi signori percepiscono uno stipendio, e dovrebbero lavorare per guadagnare questo stipendio, l'unico modo per fare diminuire i tempi di attesa per le visite e gli esami specialistici, è fornire i servizi nell'arco di 12 ore consecutive , invece che quando pare ai medici specialisti, impedendo di fatto il servizio privato a chi fa servizio pubblico , premiando questi ultimi e penalizzando i primi , facendo pagare affitti congrui degli spazi utilizzati intramedia, e non le cifre simboliche di oggi, facendo l'accorpamento delle prestazioni in un'unica prescrizione , invece che spargerli nel tempo in maniera selvaggia , queste sono azioni da proporre e fare , poi si potrà anche parlare di premio di produttività!! OGGI QUELLA PRODUTTIVITà NON ESISTE E QUINDI NON VA RICONOSCIUTA.

http://www.sardiniapost.it/cronaca/un-medico-contro-la-burocrazia/