Latini: 'ingenerosa la critica M5S sulla sanità cittadina. Insisto su un ospedale degli osimani per gli osimani'

1' di lettura 24/02/2014 - Rispondo solo ora al comunicato del Movimento 5 Stelle sull’ospedale di Osimo, avendone avuto conoscenza solo ieri. E’ vero, la mia opposizione alla disgregazione scientificamente organizzata dei servizi dell’ospedale di Osimo non è stata all’altezza di bloccarla.

Ciò al di là del voto contrario alla riforma sanitaria o alla presa di posizione avverso le reti cliniche e la questione delle pubbliche assistenze. Voi sicuramente state facendo una opposizione più forte e adeguata per salvaguardare la sanità pubblica. Insisto però nella convinzione che la rete ospedaliera pubblica come l’avremo in futuro nella zona a sud di Ancona (anche quando sarà realizzato il nuovo Inrca/ospedale di rete), non sarà sufficiente a rispondere alle più frequenti richieste degli assistiti.

Per questo serve ad integrazione una struttura composta di pochi ma basilari servizi (pronta emergenza, analisi, medicina) non privata come classicamente intesa, ma di tutti i cittadini, che diventano “soci” della medesima a mò di public company e non come coloro che dovranno pagare i servizi richiesti. Sarà una idea maldestra, ma meglio di non far nulla di fronte alla di fatto privatizzazione della sanità che la razionalizzazione messa in atto comporta. Non sono invece d’accordo sull’idea del dott. Luciano Moretti, espressa all’interno di una riunione pubblica del movimento 5 Stelle, circa la chiusura dell’ospedale di Osimo.


da Dino Latini
Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2014 alle 23:06 sul giornale del 25 febbraio 2014 - 2071 letture

In questo articolo si parla di politica, dino latini, liste civiche per l'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/YZC





logoEV