Via il centro prelievi ad Osimo Stazione. Latini: 'Ormai è un attacco esplicito alla sanità osimana'

Dino Latini 1' di lettura 02/01/2014 - Ormai è un attacco concentrico per portare via i servizi sanitari dalla città di Osimo e un atto di ripicca quello che Asur mette in atto per gli Osimani. Mi riferisco all'ultima ipotesi che sta circolando ovvero di fatto di chiudere il centro prelievi sito ad Osimo Stazione con la scusa di doverci portare la sede del distretto sanitario in quanto i locali dell'ex dispensario di via Papa Giovanni XXIII sono inagibili.

Ci sono spazi vuoti a sufficienza negli immobili della Asur di Osimo fra ospedale e poliambulatorio in grado di accogliere certamente tutto il distretto sanitario. I vertici Asur invece sembrano optare per una sede lontana dal centro consentendo loro di chiudere un altro servizio, e dimostrando tutta la loro lungimiranza e capacità di individuare le soluzioni migliori di fronte ad un normale problema. Preferiscono che tutti i cittadini osimani che quotidianamente usufruiscono di servizi e presidi sanitari scendano a Osimo Stazione privando, al tempo stesso, i cittadini della frazione del servizio dei prelievi di sangue oggi in funzione in loco a favore dei laboratori privati a pagamento che sono a due passi. Come si fa ad avere una sanità così?


da Dino Latini
Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-01-2014 alle 17:00 sul giornale del 03 gennaio 2014 - 2161 letture

In questo articolo si parla di politica, dino latini, osimo stazione, centro prelievi, liste civiche per l'italia





logoEV