La Robur vince una sfida estenuante con Livorno (60-62). Francioni: 'Vittoria dedicata a Renato Giuliodori'

2' di lettura 24/12/2013 - Che Robur! I ragazzi di coach Francesco Francioni piegano la Liburnia Basket Livorno dopo l’overtime per 60-62. Una vittoria di grinta, di cuore ma soprattutto per Renato Giuliodori. Una prestazione straordinaria, in una situazione ambientale complicata, che fa chiudere il 2013 ai roburini al terzo posto.

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio, con la Robur che cerca l’allungo sull’8-15 (a 3’13’’ da giocare) grazie a David e Valentini, ma i toscani ricuciono il margine e chiudono sul 17-17. Si viaggia ancora sui binari dell’equilibrio nella seconda frazione, con i livornesi che tentano la fuga (30-24 a 1’53’’ da giocare) ma Monticelli e Mancinelli fanno chiudere la Robur sul 30-28. Terzo parziale tiratissimo con Livorno che chiude avanti sul 42-38.

Ma è nell’ultimo pazzesco quarto che la Robur compie una vera e propria impresa. I toscani scappano arrivando al massimo vantaggio della serata (51-38 a 8’28’’) ma i ragazzi di coach Francioni, come un pugile all’angolo di un ring, non crollano ma iniziano un’incredibile rimonta. Valentini e Monticelli suonano la carica mentre le maglie della difesa osimana si serrano, mandando in tilt l’attacco dei padroni di casa. Il maxi break di 2-14 lancia la Robur sul 53-52 quando mancano tre minuti alla fine. Nel finale palpitante David trova il canestro del pareggio (57-57 a 1’28’’) mentre la Liburnia dalla lunetta fa 0/2 con Niccolai ma Di Maggio non trova il canestro della vittoria.

Si va al supplementare. La Robur si ritrova senza i lunghi (Valentini e Mancinelli fuori per 5 falli) ma ciò nonostante Monticelli trova dei canestri pesanti che mandano avanti i roburini, mentre negli ultimi minuti le percentuali di tiro si abbassano da una parte e dall’altra con i ragazzi di coach Francioni che chiudono avanti sul 60-62.

'Questa sera mi sento di dire solamente che questa vittoria è per Renato Giuliodori – ha commentato un commosso coach Francioni – e proprio una vittoria come questa, per come è arrivata, sarebbe piaciuta a Renato. La dedichiamo a tutta la sua famiglia. Renato ci manca e ci mancherà moltissimo.”

LIBURNIA BASKET – ROBUR BASKET 60- 62 d.t.s. (17-17; 13-11; 12-10; 15-19; 3-5)

LIBURNIA BASKET: Tellini 2, Sidoti 3, Benini 15, Nesti 15, Dell’Agnello T. 14, Niccolai 11, Dell’Agnello G., Rizzacasa, Tonarini, Mori All. Pardini

ROBUR BASKET: Mosca, Di Maggio 2, Cardellini 3, Monticelli 21, Mancinelli 5, Scrima 5, Valentini 16, Graciotti Y., David 10, Graciotti R. All. Francioni Arbitri: Boni Claudio di Pelago (FI) e Miniati Gian Lorenzo di San Giovanni Valdarno (AR).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-12-2013 alle 15:35 sul giornale del 27 dicembre 2013 - 653 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, osimo, robur basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Wtd





logoEV