Basket: la Robur fa suo il derby con Civitanova: 61-47

3' di lettura 16/12/2013 - La Robur fa suo il derby. In un PalaBellini animato dai componenti della storica Armata Ultrà come ai vecchi tempi, i ragazzi di coach Francesco Francioni si impongono per 61-47 sulla Virtus Civitanova. Risultato importante che permette di blindare la terza piazza, anche se nonostante lo scarto finale la Robur ha dovuto faticare per avere le meglio dei maceratesi.

Primo quarto tirato punto a punto con i ragazzi di coach Francioni che difendono in maniera aggressiva come sempre, mentre Civitanova si appoggia sull’esperienza di Tessitore, ma la Robur chiude avanti sul 15-12. Il tema tattico non cambia neanche della seconda frazione con gli uomini di coach Rossi che giocano molto sul “corri e tira”, forzando molte giocate, mentre i roburini arrivano a toccare il +8 (28-20 a 4’46” da giocare) prima di subire un mini break ospite nel finale che permette alla Virtus di chiudere sul 33-31.

Al ritorno dagli spogliatoi si prosegue sui binari dell’equilibrio, ma Cardellini e Monticelli negli ultimi minuti mandano avanti la Robur sul 45-39. Nell’ultima frazione i ragazzi di coach Francioni trovano l’allungo decisivo con le giocate di Monticelli e Valentini mentre gli ospiti non trovano più la via del canestro. La Robur arriva a toccare il massimo vantaggio sul 61-43 quando manca un minuto alla fine, per poi chiudere sul 61-47.

'Innanzitutto vorrei fare un ringraziamento alle ragazze della C Femminile e al loro coach Simone Salomoni – esordisce coach Francesco Francioni - per averci concesso gli spazi necessari ai nostri allenamenti. Mi complimento con i miei ragazzi perché la partita non era affatto facile. Grazie alla nostra intensità difensiva siamo riusciti a disinnescare i loro terminali offensivi e abbiamo trovato anche dei punti in campo aperto. Era importante vincere per mantenere la terza posizione e ci siamo riusciti.'

La partita odierna è stata l’occasione per rivedere al PalaBellini i componenti della storica armata ultrà, a cui coach Francioni rivolge un ringraziamento anche a nome della squadra: 'È stata veramente un’emozione particolare. Io, Massimo Balercia, Giacomo Cardellini e Yari Graciotti circa 10 anni fa eravamo in curva insieme ai membri dell’allora armata ultrà. Ritrovarci oggi in campo ed essere sostenuti da persone con cui abbiamo condiviso diversi momenti è stata un’emozione particolare. Soprattutto nel ricordo indelebile di Alessio Baldinelli. I ragazzi hanno apprezzato il loro incitamento ed hanno giocato con lo spirito battagliero che piaceva ad Alessio. Per me è un grande privilegio sedere su questa panchina e anche se questa squadra non sarà ai livelli di quella di Alessio – ha concluso il coach roburino - noi daremo sempre il massimo per onorare al meglio il nome della Robur'.

ROBUR OSIMO – VIRTUS CIVITANOVA 61-47 (15-12; 18-19; 12-8; 16-8)

ROBUR OSIMO: Scrima 4, Cardellini 6, Monticelli 19, David 8, Valentini 11, Mosca 2, Di Maggio 2, Mancinelli 9, Graciotti Y. , Graciotti R. All. Francioni

VIRTUS CIVITANOVA: Centanni 5, Tessitore 6, Vallasciani 4, Baldoni 11, Contigiani 6, Felicioni, Ferraro 3, Tegazi 2, Magrini 10, Righetti All. Rossi

Arbitri: Collesi Daniele e Pazzaglini Marco di Pesaro








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2013 alle 18:56 sul giornale del 17 dicembre 2013 - 566 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, osimo, robur basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/V8w





logoEV