Castelfidardo: la Cassazione annulla l'ordinanza che ha scarcerato l'imprenditore accusato del delitto di Numana

Adriana Mihaela Simion ragazza uccisa 1' di lettura 08/12/2013 - Nuovo capitolo nella vicenda della prostituta romena, Adriana Mihaela Simion, 26 anni, uccisa a coltellate lo scorso 7 aprile a Numana. La Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso della Procura contro la scarcerazione, ha annullato con rinvio l’ordinanza con cui il tribunale del riesame di Ancona aveva rimesso in libertà Carlo Orlandoni.

L'uomo, imprenditore 34enne di Castelfidardo, è accusato di essere l'autore del delitto. Orlandoni, almeno per ora, non tornerà in carcere. Il caso tornerà comunque in discussione nel Tribunale di Ancona.






Questo è un articolo pubblicato il 08-12-2013 alle 20:24 sul giornale del 09 dicembre 2013 - 1476 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, cassazione, roberto rinaldi, adriana mihaela simion, ragazza uccisa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VHV





logoEV