Pugnaloni (Pd): 'il sindaco boccia la mozione Pd sui contributi per meriti scolastici. Un errore'

Simone Pugnaloni 2' di lettura 06/12/2013 - Il sindaco boccia la mozione della minoranza che vuole dare un contributo economico a chi per meriti scolastici vuole proseguire gli studi e non ha le disponibilità finanziarie necessarie per farlo perché il reddito familiare è da sempre esiguo o data la crisi economica lo è diventato essendo i genitori in cassa integrazione o mobilità od addirittura senza lavoro.

Curiose le giustificazioni del sindaco per il voto sfavorevole della maggioranza, prima attacca il consigliere pd Pugnaloni prima firmatario su dove andare a pescare le risorse e a chi toglierle, poi si solleva dal problema dicendo che ci devono pensare fondazioni bancarie od altri in generale. Noi crediamo che la misura sia un segno tangibile della vicinanza degli amministratori locali alle famiglie in difficoltà, quindi un intervento definibile di carattere sociale ed economico.

Alla prima provocazione poi rispondiamo che abbiamo evidenziato dove andare a reperire risorse già nel testo della mozione. Ormai la critica all’opposizione è sempre la stessa, proporre la lista della spesa senza dire dove prendere le risorse e poi il sindaco ha aggiunto che dobbiamo assumerci la responsabilità di dichiarare a chi togliere per dare seguito alla richiesta fatta. Anche qui il Sindaco può stare tranquillo perché i denari lasciando il bilancio così com’è stato approvato, non verranno sottratti a nessuno perché andremo ad incrementare la spesa finanziando l’intervento o con l’avanzo di amministrazione o con l’iscrizione a bilancio degli utili da aziende partecipate tra le entrate extratributarie che hanno la finalità di contribuire proprio alla spesa corrente per legge e non per gli investimenti come sosteneva il primo cittadino.

Un ringraziamento va a quei consiglieri di maggioranza che hanno apprezzato l’iniziativa, dando anche possibili spunti di riflessione per correggerla, ad esempio di allargare la misura in particolar modo attraverso le misurazione delle difficoltà economiche familiari a prescindere dalla media di voti elevata. Si poteva modificare la mozione con un emendamento e ci si stava lavorando, ma il Sindaco ha detto no per tutti. Grazie comunque a chi voleva concludere con un voto finale favorevole condiviso da tutti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2013 alle 12:56 sul giornale del 07 dicembre 2013 - 2166 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, simone pugnaloni, pd, consiglio, contributi, pugnaoloni, meriti scolastici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VBe


Se i giovani vogliono fare carriera devono solo affinare le capacità di diventare portatori di voti. Costituire una civica come va di moda ad Osimo. Essere assunti nel sistema pubblcio, anche come portaborse o come spazzini, e poi diventare amministratori pubblici senza lauree ed esperienze. Quelle non contano nella democrazia osimana che come è noto è quella della città dei senza testa, dei senza titoli e senza limiti a volte morali.

Oph Scordavo dal PD comunque le lezioni i cittadini sani di mente non le accettano.
E' il partito del BERSANI uomo del giaguaro di un anno fa e della segretaria particolare indagata e dei soldi dell'ILVA mai rinnegati e del Renzie di oggi condannato in primo grado dalla corte dei conti senza alcuna idea e senza chiarezza sui finanziatori delle varie iniziative. In pratico un partito eguale ad una Grande Osimo.

gggggggggrrrrrrrrrrr (giaguaro)
renzi (venditore di coriandoli)
pdini osimani ( .........)
At salut.