Castelfidardo: omicidio-suicidio. Forse premeditato il tragico gesto di Allori

1' di lettura 18/11/2013 - Sono in programma per oggi e domani le autopsie sui corpi di Diego Allori, 62 anni, e Stefania Malavolta 44, protagonisti del tragico omicidio-suicidio di sabato pomeriggio a Monte Camillone nella loro abitazione posta sopra l'azienda Rico dove erano entrambi impiegati.

Le indagini sono state affidate dal Pm Bilotta ai carabinieri di Osimo. Per l'atroce delitto si profila ormai chiaramente il movente passionale che ha visto Diego Allori accoltellare la compagna, strangolarla a morte con il flessibile della doccia, per poi impiccarsi subito dopo nell'androne della fabbrica.

Da alcune indiscrezioni, tutte da verificare, sembrerebbe che l'uomo avesse premeditato l'omicidio da diverso tempo. Lo dimostrerebbe il fatto che l'uomo aveva acquistato la corda da alcuni giorni. La gelosia e la disperazione per un rapporto che andava affievolendosi l'avrebbero convinto al gesto estremo. L'estate scorsa l'ultima vacanza della famiglia in Sardegna e poi un lungo precipizio fatto di litigi, incomprensioni e ostilità fino ad un epilogo che nessuno , nemmeno la figlia 24enne dei coniugi, avrebbe potuto sia pur lontamente immaginare.






Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2013 alle 10:37 sul giornale del 19 novembre 2013 - 2155 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, omicidio-suicidio, allori, malavolta, autopsie

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UD5





logoEV