Litigio per un parcheggio e botte da orbi. Padre e figlio aggrediscono un impiegato osimano: denunciati

Carabinieri 1' di lettura 27/08/2013 - Padre e filglio, rispettivamente di 79 e 43 anni, si sono accaniti contro un 55enne impiegato osimano. E' successo nel pomeriggio di martedì in Via Ungheria. A bloccare l'alterco, che peraltro era già venuto alle mani, ci hanno pensato i carabinieri. All'origine dell'aggressione una banale questione di parcheggio. Il più giovane dei due congiunti, entrambi, padovani, è un pregiudicato e risiede a Castelfidardo.

La vittima della violenza, verbale e fisica, è stata afferrata al collo ,aggredita con calci e pugni e scaraventata con la nuca a terra, riportando lesioni guaribili in 5 giorni. L'impiegato 55enne è stato soccorso e medicato presso l'ospedale. Per padre e filglio violenti è scattata la denuncia in stato di libertà per lesioni personali in concorso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-08-2013 alle 17:33 sul giornale del 28 agosto 2013 - 1738 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, osimo, arresto, rissa, vivere osimo, militari, roberto rinaldi, parecheggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Q3W





logoEV