Loreto: nel week-end arriva in città il Museo Mobile di Giovanni Paolo II

3' di lettura 09/08/2013 - Si comunica che sabato 10 e domenica 11 agosto, farà tappa a Loreto, posizionandosi in Piazzale Lotto, il Museo Mobile di Giovanni Paolo II ospitato in un veicolo lungo 18 metri e con una superficie espositiva di 62 metri quadrati.


Il Museo, che fa parte del Centro Giovanni Paolo II “Non abbiate paura!” di Cracovia, è composto da tre parti: la prima che ospita i ricordi di Giovanni Paolo II, la seconda che si compone di diverse presentazioni multimediali e la terza che presenta il progetto del Centro “Non abbiate paura!” che sta nascendo nella città polacca.

'La città di Loreto – hanno detto il sindaco Paolo Niccoletti e l’Assessore alla Cultura Maria Teresa Schiavoniè onorata di ospitare questo museo itinerante che sta percorrendo i più importanti luoghi di pellegrinaggio in Italia, Spagna, Francia e Portogallo e che permetterà di ricordare la figura di Papa Giovanni Paolo II'.

Tra gli oggetti esposti, trasmessi dal Presidente del Centro Giovanni Paolo II di Cracovia, Sac. Prelato Jan Kabzinski, dal Museo Arcidiocesano del Cardinale Karol Wojtyla e dall’Archivio della Curia Metropolitale di Cracovia, sarà possibile trovare: lo zucchetto, l’abito talare del Papa, la penna stilografica, il rosario, la Croce pettorale di Giovanni Paolo II, realizzata in occasione dei 25 anni di pontificato, gli sci di Karol Wojtyła degli anni 50, l’orologio proveniente dalla residenza di Castel Gandolfo e molto altro ancora.

Le persone che visiteranno il Museo Mobile avranno l’occasione di trascorrere un momento di riflessione sulla vita e sul messaggio del beato Giovanni Paolo II e la possibilità di conoscere vari filmati e materiali che invitano i pellegrini a visitare Cracovia e la regione Malopolska che nel 2016, come annunciato da Papa Francesco, ospiterà la prossima Giornata Mondiale della Gioventù. L’esposizione verrà presentata da Dawid Kownacki, pittore polacco e autore di ritratti per la beatificazione di Giovanni Paolo II per il Centro GP2 " Ecco la vostra casa" a Montorso e per il Santuario di Beato Giovanni Paolo II a Cracovia.

Orari di apertura: dalle 9:00 alle 13:00 – dalle 15:00 alle 19:00

Il Centro Giovanni Paolo II “Non abbiate paura!” è stato creato dal cardinale Stanisław Dziwisz il 2 gennaio 2006, come risposta della Chiesa di Cracovia alle parole del Santo Padre pronunciate il giorno di inizio del pontificato, il 22 ottobre 1978: Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli Stati, i sistemi economici come quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di viluppo. Non abbiate paura! (...) Il Centro continua il lavoro iniziato dall’Istituto Giovanni Paolo II, creato per iniziativa del cardinale Franciszek Macharski al fine di approfondire la conoscenza sia della Persona che dell’insegnamento del cardinale Karol Wojtyła, professore di etica e pastore dell’Arcidiocesi di Cracovia. Per la Chiesa contemporanea il Beato Giovanni Paolo II costituisce un dono prezioso e che impegna.

La testimonianza della Sua fede e il suo insegnamento sono un programma spirituale e un’eredità per noi, generazione di Giovanni Paolo II, e per le prossime generazioni. La missione del Centro Giovanni Paolo II “Non abbiate paura!” è creare una memoria viva della Persona e delle opere del nostro Grande Connazionale. Il Centro Giovanni Paolo II custodisce, conserva e approfondisce l’eredità papale, per permetterci di attingere al ricco tesoro di idee, riflessioni, meditazioni, preghiere e atteggiamenti, e per promuovere i valori che ha vissuto e insegnato il Beato Giovanni Paolo II. Nell’ambito del Centro operano la Scuola di Preghiera Giovanni Paolo II e la Scuola di Nuova Evangelizzazione Sursum Corda. Presso il Centro svolgono la loro attività l’Istituto per il Dialogo Interculturale Giovanni Paolo II di Cracovia e il Centro Privato di Perfezionamento degli Insegnanti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2013 alle 17:08 sul giornale del 10 agosto 2013 - 503 letture

In questo articolo si parla di attualità, loreto, comune di loreto, giovanni paolo ii, museo mobile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QvT





logoEV