Asili Nido e Biblioteca esternalizzati. La Severini: decisione sbagliata e irreversibile

1' di lettura 24/06/2013 - Veniamo a sapere che sarebbe nelle intenzioni dell’Amministrazione Comunale esternalizzare alla Asso il servizio biblioteca e tutti gli asili nido. L’unico dipendente della biblioteca e le dieci dipendenti comunali degli asili nido diventerebbero dipendenti dell’azienda speciale Asso.

La Biblioteca rappresenta un patrimonio librario di primissimo piano grazie alla dotazione di testi preziosissimi per la loro rarità e datazione; e lo stesso ragionamento, girato su altre caratteristiche, vale per gli asili nido, che costituiscono alcune delle voci più importanti del sociale.

Il consiglio comunale ha votato all’unanimità la trasformazione della società, soprattutto per tutelare i posti di lavoro, ma ciò non significa che il comune debba diventare una succursale della Asso. Il sindaco sa benissimo che i servizi, una volta esternalizzati non potranno più rientrare all’interno del Comune e quei, seppur pochi dipendenti comunali, sono una ricchezza che va valorizzata e che permetterà in futuro di poter fare qualche concorso pubblico, come non se ne vedono da troppi anni ad Osimo.

Una volta esternalizzato il servizio non sarà mai più direttamente gestito dal comune. Noi non concordiamo con questa politica che tende a spolpare le funzioni del Comune, che è comunque il luogo delle garanzie e delle tutele pubbliche. Speriamo che i cittadini possano condividere con noi queste preoccupazioni e facciano sentire la loro voce.


da Argentina Severini
     ex-consigliere comunale 





Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2013 alle 18:24 sul giornale del 25 giugno 2013 - 1895 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, osimo, argentina severini, Pensiero Libero e Democratico, PeLiDe e piace a ervin

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ODQ