Rendiconto 2012: avanzo oltre i 2 milioni. Difficoltà per lo sblocco dei crediti verso imprese

1' di lettura 30/04/2013 - Approvato in consiglio il rendiconto di Bilancio 2012. Compatta la maggioranza, a votare contro i consiglieri Pd, mentre Argentina Severini di Pe.Li.De si è astenuta. L’avanzo di amministrazione certificato dalla giunta è di 2.608.865 euro di cui 1.831.857 vincolati fra investimenti già avviati, residui passivi, fondi di accantonamento restituzioni ICI per aree edificabili e attualmente pendenti sotto il giudizio del Tar Marche per eventuale ‘annullamento della potenzialità edificatoria’ (130 mila euro).

Consistente anche la quota accantonata per svalutare crediti di dubbia esigibilità (847.755 euro). Le principali critiche dell’opposizione hanno riguardato principalmente la forbisce fra l’ammontare nominale delle riscossioni e quanto effettivamente il Comune è riuscito a incassare. La competenza 2012 prevedeva somme da riscuotere per 24.190.782 euro dei quali mancano ancora all'appello (residui) 9.565.121 euro.


Capitolo a parte lo sblocco dei crediti delle imprese verso il Comune. Si tratta di una partita che dovrebbe vedere l’amministrazione versare un milione di euro di arretrati entro l’anno. ‘Stiamo lavorando per fare il prima possibile – ricorda l’assessore al bilancio Roberto Francioni – anche le modalità imposte dal ministero per arrivare all’effettivo sblocco delle somme risultano più complesse del previsto’ .






Questo è un articolo pubblicato il 30-04-2013 alle 10:56 sul giornale del 02 maggio 2013 - 521 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, osimo, vivere osimo, sala gialla, roberto rinaldi, rendiconto bilancio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Mn0





logoEV