Le Liste Civiche si schierano contro la chiusura dei reparti nell'ospedale osimano

Liste Civiche di Osimo 1' di lettura 05/03/2013 - La riunione delle Liste civiche di ieri sera è stata incentrata prevalentemente sul problema Ospedale . La riorganizzazione delle aree Vaste e gli ulteriori tagli della Sanità da parte del governo centrale, che le Regioni stanno attuando, penalizzano ancora una volta Osimo e il territorio della Valmusone.

La lenta agonia dell’Ospedale di Osimo è iniziata alcuni anni fa, nonostante il protocollo d’intesa tra Comune e Regione Marche del 2009 che assicurava un potenziamento del Pronto Soccorso, un percorso di integrazione Ospedale di rete-Inrca con potenziamento di Urologia, Pneumologia etc, nonostante il no del Consigliere Regionale Dino Latini al nuovo Piano Sanitario Regionale.

Dal nutrito e acceso dibattito e’ emersa la necessità di farsi sentire, di difendere no un campanilismo, ma il diritto alla salute dei cittadini della Valmusone, dal momento che sono in via di smantellamento intere strutture come Urologia, ostetricia e ginecologia ancor prima che nasca il nuovo Ospedale dell’Aspio; dell’ampliamento del PS e potenziamento del laboratorio analisi, invece non vi è nessuna traccia.

Una serie di firme saranno raccolte al fine di sensibilizzare chi politicamente effettua tali scelte. Si è anche dibattuto sulla ulteriore proposta di Buccelli di rendere gratuiti i parcheggi in Centro storico durante l’ora del pranzo. Si è registrato un no unanime verso tale ipotesi. Da ultimo è stato annunciato che da circa una settimana è stata aperta la pagina facebook Liste Civiche Osimo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2013 alle 22:17 sul giornale del 06 marzo 2013 - 1536 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, su la testa, liste civiche, ospedale osimo, chiusura reparti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/KfI





logoEV